Press "Enter" to skip to content

Isola de Famosi 2019, Stefano Bettarini rischia di essere espulso, cosa è accaduto

Stasera andrà in onda l’isola dei famosi, ci saranno tantissime sorprese. Come divulgato Alessia Marcuzzi, vedremo moltissime novità è sicuramente un’espulsione. Uno dei partecipanti non ha rispettato il regolamento.

Stefano Bettarini rischia di uscire

L’isola dei famosi questa sera fornirà per tutti i suoi appassionati una puntata da non perdere. Alessia Marcuzzi anticipato sul suo profilo Instagram che negli ultimi tempi sull’isola è accaduto l’impensabile. Il naufrago ex marito di Simona Ventura, Stefano Bettarini nel Day time, ha fatto vedere di aver ingannato il regolamento proposto per la macchina del riso. Vediamo insieme cosa è successo.

Stefano Bettarini in poche parole ha voluto fare il furbo: l’ex calciatore attentato di fregare il meccanismo della macchina per il viso. Marco Maddaloni, grandissimo campione di Scampia, in questa settimana è stato proclamato nuovo leader è stato chiamato dallo staff del programmare ha dovuti prendere una decisione: rendere ufficiale il fatto che la redazione gli aveva detto di quanto registrato in sua assenza o tacere.

Maddaloni ha scelto di non dire la verità

Ha voluto divulgare la notizia falsa ai naufraghi, dicendogli che aveva preso la decisione di non dare il riso per cui avevano tanto faticato perché non gli aveva fatti lavorare in modo adeguato. Insomma, ha finto di prendersi la colpa per potere dire solo indiretta di una verità e sbugiardare i colpevoli: Stefano Bettarini

è stato quello che con un coletellino aveva in qualche modo falsato il funzionamento della macchina, ma – come ha sottolineato Maddaloni- un po’ tutti i naufraghi che hanno visto e hanno fatto finta di nulla sono colpevoli.

Lui, che viene da un quartiere di Napoli dove la delinquenza è da combattere ogni giorno, è stato ferito e non ha perdonato il gesto. In diretta assisteremo alle sue accuse pubbliche a Bettarini e ai pirati che lo hanno lasciato fare. E’ per la sua azione che tutti i naufraghi non hanno ricevuto il riso.

Biografia

Stefano Bettarini nasce il 6 febbraio del 1972 a Forlì, in Emilia-Romagna, ma cresce in Toscana. Dedicatosi al calcio sin da bambino, indossa la maglia dello Staggia Senese prima di essere selezionato per entrare a far parte del settore giovanile dell’F.C. Inter. Nella stagione 1991/1992 debutta in Serie C1 con il Baracca Lugo, mentre l’anno successivo approda alla Lucchese, avendo l’opportunità di giocare in Serie B.

Il debuto in Serie A

Dopo un anno trascorso a Salerno, torna alla Lucchese prima di essere ceduto, nella stagione 1996/1997, al Cagliari. Con i sardi debutta in Serie A l’8 settembre del 1996, in occasione di una vittoria per due a zero contro l’Atalanta, ma la stagione si conclude con la retrocessione dei rossoblù. Stefano Bettarini, però, non torna in Serie B, dal momento che viene acquistato per tre miliardi e mezzo di lire dalla Fiorentina.

Il matrimonio con Simona Ventura

Nel frattempo si sposa con la showgirl e conduttrice televisiva Simona Ventura, che gli darà due figli. Successivamente passa al Bologna e poi al Venezia, dove conquista una promozione dalla Serie B alla Serie A, mentre nel settembre del 2002 approda alla Sampdoria.

L’esordio in nazionale

Nel 2004 viene convocato per la prima volta in Nazionale dal commissario tecnico Giovanni Trapattoni, che lo fa esordire, trentaduenne, nell’amichevole del 18 febbraio disputata a Palermo contro la Repubblica Ceca.

Nel 2005 è protagonista di una sgradevole vicenda che lo vede coinvolto in uno scandalo legato a scommesse riguardanti il match Modena-Sampdoria giocato il 25 aprile dell’anno precedente, per colpa del quale subisce una squalifica di cinque mesi.

Passato nel frattempo al Parma (e separatosi da Simona Ventura), gioca solo otto partite in campionato, ma riesce ad arrivare fino alle semifinali di Coppa Uefa. Conclusa l’esperienza emiliana, decide di appendere le scarpette al chiodo e si ritira a soli trentatré anni.

La carriera televisiva di Stefano Bettarini

Poco dopo Stefano Bettarini esordisce in televisione, venendo scelto come inviato per la seconda edizione del reality show “La talpa”. Mentre nel 2006 entra nel cast di “Buona Domenica”, al fianco di Paola Perego, su Canale 5.

Nel 2008 ottiene il divorzio dalla ex moglie. Due anni più tardi ha una relazione con Samanta Togni, ballerina con la quale aveva preso parte a “Ballando con le stelle“, talent show di Raiuno condotto da Milly Carlucci.

Diventato uno dei protagonisti di “Quelli che… il calcio”, condotto dalla ex moglie Simona Ventura, Bettarini commenta le partite al fianco del giornalista sportivo Massimo Caputi.

I guai giudiziari

Il 1° giugno del 2011 viene indagato dalla squadra mobile di Cremona per un’inchiesta relativa a scommesse illegali riguardanti partite di Serie A, di Serie B e di Lega Pro. Poco meno di due mesi più tardi viene deferito da parte della procura federale della Figc per questa vicenda, accusato di violazione dei principi di lealtà sportiva e di violazione del divieto di scommettere.

Le contestazioni coinvolgono, in particolare, tre partite: Atalanta-Piacenza, disputata il 19 marzo del 2011; Inter-Lecce, disputata il giorno successivo; e Siena-Sassuolo, disputata il 27 marzo del 2011. L’accusa, per i primi due match, è anche quella di avere effettuato scommesse presso soggetti non autorizzati.

Nel corso del processo, Stefano Bettarini decide di patteggiare una pena di quattordici mesi di squalifica in primo grado.

Gli anni 2010, in tv

Nell’estate del 2013 è uno dei concorrenti di “Jump! Stasera mi tuffo”, trasmesso da Canale 5. A settembre del 2016, invece, è nel cast della prima edizione italiana del “Grande Fratello Vip“, in onda su Canale 5, al fianco – tra gli altri – di Costantino Vitagliano, Clemente Russo, Laura Freddi e Mariana Rodriguez.

Su Twitter è attivo all’account @StefanoBettarin dal 2013. Nel 2019 è tra i concorrenti dell’Isola dei Famosi: entra in gara dopo l’inizio ufficiale sostituendo Jeremias Rodriguez – fratello di Belen – infortunatosi sull’isola.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *