Press "Enter" to skip to content

Lamberto Sposini dopo l’ictus il dolore per la scomparsa di una collega

La giornata del 13 agosto purtroppo rimarrà nella nostra mente come una bruttissima giornata, un giorno in cui è venuta a mancare una grandissima guerriera. Stiamo parlando ovviamente di Nadia Toffa, la giovane conduttrice del programma Le Iene che ha lottato per diverso tempo contro un brutto male, non riuscendo però a vincere questa battaglia. Aveva solo 40 anni e sicuramente aveva ben tanto altro da fare, era una ragazza molto grintoso, determinata e proprio queste qualità avevano conquistato tutti. In questi due anni, nonostante combattesse contro questo male, Nadia Toffa era riuscita a dare coraggio alle tante persone che stavano vivendo lo stesso calvario. In tanti, amici, fan e colleghi hanno voluto mandare l’ultimo saluto alle conduttrice ed hanno utilizzato i social per poterlo fare.

Tra questi Lamberto Sposini, che come sappiamo, da circa due anni sta male e sta vivendo da circa due un vero calvario. Il conduttore purtroppo sta vivendo lo stesso calvario da circa nove anni. L’uomo venne colpito da un ictus cerebrale poco prima di entrare in studio e condurre una delle tante puntate de La vita in diretta con Mara Venier. Era il 2011. Purtroppo da quel momento le sue condizioni di salute sono rimaste piuttosto stabili ed anche se non è in pericolo di vita, purtroppo ciò che gli è accaduto non gli potrà più dare la possibilità di condurre la vita di prima, tanto meno di lavorare. Il giorno in cui Nadia comunicò al mondo di avere un cancro, Lamberto Sposini aveva voluto dare il suo personale sostegno alla collega e aveva scritto su Instagram “Forza Nadia“.

Giorno 13 agosto, quando la conduttrice è venuta a mancare, Lamberto Sposini ha voluto anche in questo caso di salutare la giovane collega ma non essendo più in grado di scrivere, chi per lui ha postato sul suo profilo Instagram uno scatto con la Toffa e la madre, senza scrivere nulla nella didascalia se non un emoticon di due mani unite in forma di preghiera.Questa iniziativa ha commosso tutti e tanti hanno messo dei like ed hanno postato sotto dei messaggi di cordoglio. Anche un altro volto noto dello spettacolo ha avuto le stesse sorti e stiamo parlando di Clemente Mimun.

L’uomo dopo essere stato colpito da un ictus cerebrale nel 2011 ha ripreso a lavorare al TG5 ma gli effetti del male sono stati piuttosto evidenti. La parte sinistra del suo corpo infatti non funziona più come un tempo. Queste le sue parole: “Sono arrabbiato e non riesco a rassegnarmi. Non penso a quello che mi è rimasto, penso a quello che ho perso. E quando sento quelli che ringraziano Dio mi chiedo di che cosa lo dovrei ringraziare. È ovvio che se penso al mio amico Lamberto Sposini dovrei sentirmi fortunato, ma io resto furibondo per lui. E per me”.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *