Meningite virale a Senigallia, giovane ricoverato per mal di testa e febbre alta. E’ il quinto caso

Un giovane è stato ricoverato lo scorso lunedì con febbre molto alta ed emicrania e la diagnosi è stata terribile, ovvero meningite virale. Purtroppo non si tratta dell’unico caso, visto che altri se ne sono registrati nella città in provincia di Ancona nelle ultime 2 settimane. Adesso si indaga per cercare di capire cosa abbia potuto causare la meningite e si presume che possa essere stato il morso di un insetto. Un giovane è stato ricoverato lo scorso lunedì all‘ospedale di Senigallia, in provincia di Ancona. E’ in totale il quinto caso del genere che si è verificato nella cittadina marchigiana nel giro delle ultime 2 settimane.

Non è stata rivelata l’identità del paziente il quale come abbiamo detto si che era recato al pronto soccorso con i sintomi tipici della meningite ovvero febbre molto alta e forte mal di testa, sintomi che si erano già presentati alcuni giorni e che il paziente aveva scambiato per una influenza piuttosto banale. Il personale sanitario dell’ospedale così ha effettuato degli accertamenti più approfonditi ed hanno scoperto che si trattava purtroppo di una meningite virale. Questo tipo di meningite è piuttosto aggressiva, ma meno di quella batterica e soprattutto non è contagiosa, dalla quale si può guarire molto facilmente, bastano solo 10 giorni di cure a base di flebo. I giovani sono stati ricoverati insieme ad altri pazienti e non sono stati messi in isolamento.

Ad ogni modo una volta diffusa questa notizia, la cittadinanza è entrata nel panico più totale. Ancora d’oggi è mistero sulle cause, anche se si presume che possa essere stata provocata da un insetto molto simile ad un moscerino ma comunque sono ancora in corso le indagini per cercare di capire che cosa abbia causato la meningite.

“Io non vorrei scatenare il panico, però sono venuto a conoscenza di un altro caso di meningite a Senigallia, il quinto. Specifico che, come nel mio caso, si tratta di una forma virale, non grave e non contagiosa, ma vorrei capire se gli scorsi anni capitavano con questa frequenza o se quest’anno c’è una maggiore incidenza. La ASL sta indagando sulle possibili cause che, per quanto riguarda me, ancora, non sono del tutto chiare. Spero che ne vengano a capo il prima possibile. Se avete febbre e forte mal di testa che non passano con i classici medicinali da banco vi consiglio di andare al pronto soccorso”, è questo quanto si legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *