Streaming Live Milan- Napoli diretta gratis tv No Rojadirecta

Parte oggi la 21° giornata della Serie A 2018-2019, in programma questa sera sabato 26 gennaio 2019.  In programma un big match tutto da seguire tra il Milan e Napoli, che si sfideranno questa sera alle ore 20:30 allo stadio Meazza in San Siro, che tutti sappiamo essere l’ex casa di Carlo Ancelotti, che adesso si trova al comando della squadra partenopea.

Grande attesa per questo big match, soprattutto perché i padroni di casa che sperano di fare un buon risultato, perchè sognano un posto nella prossima Champions League. Il Napoli invece, vivrà più rilassato il match perché ha ben fissato il secondo posto in classifica, ma non per questo non tenterà di dare del filo da torcere alla squadra milanese. Il Milan infatti è quarta in classifica con 34 punti, frutto di ben 9 vittorie, 7 pareggi e 4 sconfitte, mentre il Napoli come abbiamo già visto, occupa il secondo posto dietro la Juventus che è capolista con 47 punti.

Il Milan dovrà fare a meno di Gonzalo Higuain, che è stato ceduto al Chelsea nei giorni scorsi. Sicuramente per la squadra rossonera è stata una grande perdita, visto che l’argentino è stato il miglior marcatore stagionale della squadra. Ad ogni modo la squadra milanese tenterà il tutto per tutto e cercherà di vincere questa partita molto importante, per poter conquistare finalmente dopo tanto tempo, un posto nella prossima Champions League. Nelle ultime tre giornate, il Milan è reduce da un pareggio e due vittorie consecutive, mentre il Napoli ha collezionato una sconfitta e due vittorie consecutive nelle ultime tre gare disputate. Gattuso molto probabilmente schiererà Suso, Cutone e Borini, mentre Ancelotti risponderà con Milik e Insigne.

Dove vedere Milan Napoli, diretta tv e streaming

La partita che si giocherà questa sera 26 gennaio 2019 alle ore 20:30, presso lo stadio Giuseppe Meazza in San Siro a Milano, sarà trasmessa in esclusiva diretta streaming su Dazn, ma ovviamente sarà visibile anche su altri dispositivi. La versione integrale della partita si potrà anche guardare on demand e quindi tutti gli appassionati e tifosi potranno rivedere la gara quando vorranno. Ovviamente sarà possibile guardare il big match in televisione qualora si possiede una smart TV, scaricando l’applicazione, avendo sottoscritto un abbonamento a Mediaset Premium o a Sky Q. In questo caso però bisognerà vedere se la TV di cui si è in possesso è compatibile con il servizio Dazn. Se non siete ancora abbonati a Dazn, potrete vedere la partita in modo assolutamente gratuito, visto che il primo mese lo offre la piattaforma. Dovrete solo effettuare la registrazione ed attivare l’abbonamento per un mese gratuitamente. Poi se vi troverete bene con la visione, potrete continuare con l’abbonamento al costo di 10 euro al mese.

Probabili formazioni Milan Napoli 26 gennaio 2019

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, R. Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Paquetà; Suso, Cutrone, Calhanoglu.

NAPOLI (4-4-2): Meret; Maksimovic, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Diawara, Fabian Ruiz, Zielinski; Milik, Insigne.

Passano gli attaccanti, ma Patrick Cutrone è rimasta la certezza del reparto offensivo milanista. Andati via Kalinic, AndréSilva e Higuain, adesso il duello è con KrzysztofPiatek, ma il polacco ha fatto solo due allenamenti e Gattuso ha scelto di non buttarlo dentro dal primo minuto. Ma la concorrenza non fa paura a Cutrone. Lui è sereno, determinato e affamato di gol e di titolarità come e più del primo giorno di allenamento in prima squadra. E ha anche voglia di sfatare lo stereotipo secondo il quale sarebbe uno spacca partite. Dei 27 gol segnati fino ad ora, 20 sono arrivati quando Cutrone ha giocato da titolare mentre sono 7 quelli da subentrato, sei dei quali in questa stagione. 11 gol sono arrivati nel primo tempo, 13 nel secondo tempo e 3 nei supplementari. Numeri importanti, fatti tutti con la maglia del Milan. Piatek è avvisato: dovrà lottare per guadagnarsi il posto, perché Cutrone non ha intenzione di mollare di un centimetro e lui, al Napoli, non ha ancora segnato. Contro gli azzurri, all’andata, Cutrone sfiorò il gol del 3-3 e vuole riprendersi San Siro, per mandare un ulteriore whatsapp a Piatek.

Il Milan non si ferma. L’acquisto di Piatek è una tappa, non un punto di arrivo e Leonardo prova a mettere a segno ancora un colpo. Da capire solo se punterà più su un centrocampista (e in questo caso il nome che sta girando, oltre a quelli già noti di Sensi e Duncan, è quello di Diawara, del Napoli, soprattutto ora che Allan con ogni probabilità rimarrà con i partenopei) oppure se andrà su un esterno, e in questo caso le alternative sembrano soprattutto due: YannickCarrasco, belga che guadagna un sacco di soldi in Cina e per il quale l’investimento sarebbe importante, oppure un cavallo di ritorno, ovvero GerardDeulofeu, L’operazione Piatek, economicamente, non ha rappresentato un esborso particolare, visto che in pratica sono stati girati sul polacco i soldi già messi in preventivo per il riscatto di Higuain, anzi, il Milan spenderà anche qualcosa in meno. E così si aspetta l’ultimo colpo.

Il difensore colombiano è in scadenza di contratto e ieri c’è stato un incontro in sede con il suo procuratore IvanRamiroCordoba. In realtà, più che di rinnovo, Cordoba ha voluto tastare il terreno su una possibile partenza immediata di Zapata, direzione Fenerbahce. Il club turco, in effetti, ha manifestato un certo interesse: ma la porta del Milan è rimnasta totalmente chiusa. Non se ne parla proprio, specie adesso che Zapata ha scalato le gerarchie della difesa, diventando il compagno ideale di Romagnoli. Più facile, a questo punto, che una volta chiuso il mercato invernale, le parti si ritrovino per parlare di rinnovo.

Ma il lavoro che sta facendo il mercato, sotto la spinta delle idee di Gazidis, è in questo momento rivolto anche ai giovani. Con una serie di operazioni che al momento appaiono minori, ma che in realtà potrebbero costituire la base di un futuro roseo. Tre i ragazzini che sono stati di fatto presi per la Primavera (che peraltro non è mai andata così male come quest’anno). Si tratta di Nikos Michelis, classe 2001, 17 anni, preso dall’Asteras Tripolis. Curiosità: si tratta della società nella quale ha militato AntonioDonnarumma prima di raggiungere il fratello Gigio al Milan. L’altro giovanissimo, sbarcato proprio ieri a Milano, è TiagoDjalo, difensore centrale portoghese classe 2000. Paragonato in patria a Pepe, il Milan lo farà giocare con la Primavera, ma spesso verrà aggregato in prima squadra, ove potrebbe prendere il posto di Simic, che è andato al Frosinone. Il terzo giovane è infine LeroyAbanda, terzino francese, 18 anni, anche lui preso per la primavera di Giunti, in attesa di verificare la sua crescita. Tutti questi movimenti trovano la terreno fertile con la nuova politica di Gazidis, che non a caso, tra i suoi primi interventi al Milan, ha voluto ingaggiare GeoffreyMoncada, capo dell’area scouting, strappato al Monaco,E adesso sta pensando prendere anche HendrikAlmstadt, già ds dell’Aston Villa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.