Nadia Toffa, ai funerali domanda shock a Giulio Golia “Possiamo fare un selfie veloce?”

La morte di Nadia Toffa ha lasciato davvero tutti senza parole e oggi, a distanza di una settimana in molti non riescono ancora a crederci. Nadia ha lasciato un grande vuoto in molti amici, colleghi, parenti e fan che hanno seguito con apprensione la giornalista in questi due anni in cui la stessa ha lottato contro la malattia. Ai funerali, che si sono celebrati lo scorso venerdì a Brescia, hanno partecipato davvero in tanti. Migliaia di fan arrivati da ogni parte d’Italia per dare l’ultimo saluto a Nadia. Proprio ai funerali però, sembra essere accaduto qualcosa di incredibile e sui social sta circolando un video che testimonia ciò. Come sappiamo, alla funzione hanno preso parte tanti amici e colleghi, in primis tutto lo staff del programma Le Iene, tra cui anche Giulio Golia.

Ebbene, una donna si sarebbe avvicinata a Giulio, storico inviato della trasmissione di Italia 1, per chiedere una foto. La donna avrebbe detto “Posso fare un selfie veloce?”, ma Golia con grande calma le avrebbe fatto un cenno con la testa, ad indicare che non era di certo il caso. Non è stata di certo una richiesta felice quella della donna, ovvero fare un selfie in un giorno di grande amarezza per gli amici di Nadia che hanno vissuto insieme a lei la sofferenza ed il dolore.

«Per me era una sorella, come aver perso una sorella. Io e lei abbiamo condiviso tante cose insieme. Entrambi abbiamo scelto di essere dalle parte dei più deboli», erano state proprio queste le parole dichiarate da Giulio Golia dopo aver fatto visita alla camera ardente. Poi su Facebook, l’amico e collega Golia aveva scritto: “Mi dicevi sempre che ero il tuo “orso buono”, quante litigate ci siamo fatti ma finivano sempre con un abbraccio, come una vera famiglia. Eri uno scricciolo cazzuto ma, allo stesso tempo, affettuosa e dolce, sempre pronta ad affrontare una nuova sfida. Mi mancherai tanto, nulla sarà uguale, ti porterò sempre nel mio cuore”.

Ad omaggiare Nadia Toffa anche Filippo Roma, un altro collega de Le Iene che con lei ha condiviso un’esperienza molto lunga nella redazione del programma. «Ieri sera, mentre in macchina ero sull’autostrada, ho pensato: “Vedi la grandezza di Nadia? Ha avuto il potere di riunirci a Ferragosto. Chi veniva da una parte. Chi dall’altra. Ci siamo precipitati a Brescia, ovunque ci trovassimo”. Nadia era molto amata e continuerà a vivere nel cuore di tanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *