Nadia Toffa, lo strazio di mamma Margherita davanti alla bara della figlia

Un dolore straziante quello provato dai genitori di Nadia Toffa nel giorno dei funerali che si sono celebrati venerdì 16 agosto nel Duomo di Brescia. La giornalista nonché nota inviata e conduttrice del programma de Le Iene come sappiamo è stata stroncata alcuni giorni fa da un tumore al cervello, contro cui pare lottasse ormai da diverso tempo. Quello dei genitori di Nadia è stato un dolore a tratti composto che ha lasciato però spazio a momenti dove entrambi non sono riusciti a trattenere l’emozione. Il loro viso è stato segnato dal dolore e dalle lacrime versate ormai da diversi giorni, il tutto mentre Don Maurizio Patriciello ha ufficiato la funzione. Ancora prima di entrare in chiesa, la madre di Nadia vestita di nero si è lasciata andare ad un pianto a dirotto e lo stesso ha fatto durante l’omelia.

Sicuramente Nadia Toffa non avrebbe voluto che la mamma Margherita soffrisse in questo modo ma era inevitabile perché è inconcepibile che una mamma possa seppellire il figlio. Infatti l’unica preoccupazione di Nadia pare non fosse quella di morire, ma il dolore che i genitori avrebbero provato per la sua scomparsa. Durante la messa al papà e alla mamma della giornalista si è rivolto Don Maurizio Patriciello, il parroco di Caivano che Nadia ha tanto voluto per il suo funerale. Guardando i genitori il parroco avrebbe detto: «Se guardiamo Nadia nella bara ci viene un senso di ribellione, se riusciamo a guardare alla bara come una culla ci accorgiamo come la doniamo alla vita eterna». Ovviamente nessuna parola ha alleviato il dolore di entrambi.

«Non ho mai visto che la morte di un giornalista facesse tanto chiasso. Ciò è successo perché è stata una persona autentica, coraggiosa, umile, ma anche fragile e vera», ha dichiarato al Sir don Patriciello. «Gli umili e i poveri si sono resi conto che stava dalla loro parte. Ha smascherato i prepotenti, coloro che fanno la voce grossa». Proprio Nadia in un post poco tempo fa aveva scritto: «Sono sempre la sua piccola. Mi chiama ancora così. Profumi di buono. Sai di buono! Amica e mia confidente», così Nadia Toffa parlava della madre in un post.

Sono state tantissime le persone che si sono presentate alla camera ardente per dare l’ultimo saluto alla giornalista e tanti altri hanno voluto utilizzare i social per dimostrare la loro vicinanza e la loro tristezza per la perdita prematura della collega Nadia Toffa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *