Pensioni ultime notizie, Consiglio dei Ministri e decreto: slittano ancora i tempi a data da destinarsi

Print Friendly, PDF & Email

L’arrivo del decreto, riguardante la riforma pensioni tanto atteso per la prossima settimana potrebbe slittare ancora una volta. Nonostante fino a ieri, anche il presidente Conte avesse ribadito che il consiglio di ministri si sarebbe tenuto nella giornata di oggi giovedì 10 gennaio 2019, al momento questo incontro sembra essere slittato a domani o addirittura alla prossima settimana e così di conseguenza a slittare è anche il tanto atteso decreto sulle pensioni con le novità ed il testo ufficiale e definitivo per quota 100 e aspettative di vita, proroga opzione donna e Ape sociale. Queste novità sul tema pensioni, sono state comunicate nella mattinata di oggi da due fonti piuttosto attendibile ovvero Il Sole 24 Ore e il sito ufficiale del governo della Presidenza del Consiglio dove nel calendario ufficiale non c’è alcuna convocazione. A questo punto sì ipotizza che il Consiglio dei Ministri possa riunirsi o nella giornata di domani o al massimo la prossima settimana.

Cresce comunque la tensione all’interno del governo. Salvini nel frattempo fa sapere che bisogna rivedere la parte riservata ai disabili per quanto riguarda il reddito di cittadinanza, ma ci sarebbe anche da discutere su un nuovo argomento però, quello relativo alla banca Carige e quello degli immigrati della nave Sea Watch. Nel frattempo però i giorni passano e il decreto sembra non arrivare davvero mai,  soprattutto per quanto riguarda le misure pensionistiche già scadute lo scorso 31 dicembre 2018 come Ape sociale e opzione donna.

Tra le tante problematiche, ci sarebbe anche il fatto che la domanda per poter usufruire di quota 100 e quindi per usufruire della prima finestra disponibile, dovrebbe essere presentata entro il mese di gennaio, ma bisogna sempre attendere l’arrivo e l’approvazione del decreto. È pur vero che si tratta di norme retroattive, ma è anche vero che questo decreto legge una volta confermata dal Parlamento va ad impiegare 60 giorni per essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale e nel frattempo bisogna anche rendere attuativo le circolari dell’INPS. Si tratta praticamente di una Corsa contro il tempo.

Più volte nelle scorse settimane è intervenuto sul tema pensioni e sul decreto tanto atteso, il Sottosegretario al lavoro Claudio Durigon, il quale ha cercato di dare delle spiegazioni sulle novità pensioni in arrivo e lo ha fatto fino a poche ore fa. È stato confermato che non c’è stato il Consiglio dei Ministri che doveva esserci già nelle scorse ore e che era stato annunciato anche ad alcuni vertici del governo, ma che è stato rimandato per i problemi derivanti dal salvataggio di Banca Carige e la tensione che si è venuta a creare tra Movimento 5 Stelle e lega sul reddito di cittadinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.