Pensioni ultime notizie, Inps 2019: il calendario dei pagamenti e data accredito mese per mese

Pubblicato il: 6 Gennaio 2019 alle 1:12

Il 2019 sarà sicuramente un anno molto importante per il tema pensioni e molti italiani attraverso Quota 100 avranno la possibilità di poter andare in pensione anticipatamente, piuttosto a quanto previsto con la riforma Fornero. Infatti rappresenta una delle grandi novità attese, perché darà la possibilità di poter accedere al mondo della pensione anticipata una volta raggiunti due requisiti minimi, ovvero uno contributivo e l’altro anagrafico. Nello specifico, bisognerà aver compiuto 62 anni di età e maturato 38 anni di contributi. Una novità è rappresentata dalla pensione di cittadinanza, ovvero un altro provvedimento che è stato tanto annunciato dal governo al fine di aumentare l’assegno della pensione a coloro che percepiscono una somma che risulta essere inferiore a €780,00. Nonostante queste misure siano state anticipate già nei mesi scorsi, sembra che non siano state ufficializzate, perché si rimane in attesa di un decreto attuativo che arriverà al massimo, entro il prossimo 14 gennaio.

Sempre nel corso del 2019 sembra essere certo l’aumento determinato dal meccanismo di rivalutazione delle pensioni e nello specifico l’aumento dall’inizio 2019 verrà determinato da un sistema di calcolo sulla base di quelli che sono gli importi delle pensioni che saranno proporzionati al valore dell’inflazione. Tale aumento sarà pari al 1,1% e questo meccanismo descritto prende il nome sostanzialmente di perequazione ed ha soltanto un obiettivo ovvero quello di tutelare il potere di acquisto dei pensionati e far sì che non ci sia un’unica fascia.

È previsto, inoltre, un trattamento minimo fino a 3 volte i riferimenti al 100% dell’inflazione, per le pensioni invece superiori e fino a 5 volte il trattamento minimo, è riconosciuto un adeguamento pari al 90% mentre per quelle superiori a 5 volte è riconosciuto un adeguamento a pari al 75%. Una volta decretate quelle che sono le principali misure e l’aumento, vi daremo alcune informazioni riguardanti il calendario pagamento e data accredito mese per mese. A seconda che la pensione sia pagata in Posta oppure in Banca o istituto di credito,  mese per mese il giorno in cui il pagamento viene emesso, può essere differente.

Ad ogni modo quello che stiamo per darvi, è un calendario piuttosto ufficioso che dovrà essere confermato attraverso una apposita comunicazione, così come avviene ogni anno e arriva direttamente dall’INPS.

Gennaio: 3 sia Poste che Banche
Febbraio: 1 sia Poste che Banche
Marzo: 1 sia Poste che Banche
Aprile: 1 sia Poste che Banche
Maggio: 2 sia Poste che Banche
Giugno: 1 Poste, 3 banche
Luglio: 1 sia Poste che Banche
Agosto:1 sia Poste che Banche
Settembre: 2 sia Poste che Banche
Ottobre: 1 sia Poste che Banche
Novembre: 2 Poste, 4 banche
Dicembre: 2 Poste e banche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *