Pensioni ultime notizie,Salvini conferma “Quota 41 per tutti alla portata”

Nella giornata di ieri, si è tenuta a Roma la conferenza stampa della Lega per annunciare che finalmente le misure di quota 100 sono ufficialmente in vigore. Ieri martedì 29 gennaio 2019, infatti è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto tanto atteso, che ha di fatto reso effettiva diverse misure pensionistiche tra le quali quota 100, ma anche il reddito di cittadinanza e proroga di ape sociale e opzione donna.

Alla conferenza stampa hanno preso parte Giulia Buongiorno, Matteo Salvini, Massimo Garavaglia e Claudio Durigon, i massimi rappresentanti della Lega al governo. Dopo essere arrivato l’ok da parte del Consiglio dei Ministri, con la conseguenza approvazione del decreto lo scorso 17 gennaio, è arrivata la bollinatura della ragioneria dello Stato e poi la firma del Presidente della Repubblica e finalmente nella giornata di ieri il decreto è stato pubblicato in Gazzetta. Le misure contenute come quota 100 e reddito di cittadinanza, sono in vigore quindi a partire dalla giornata di ieri.

“E’ una data da segnare sul calendario in blu”, è questo quanto dichiarato dal Vicepremier Salvini, sottolineando il risultato raggiunto ed ha anche delineato le prossime tappe. Salvini ha anche confermato quanto detto in altre occasioni, ed ha indicato “Quota 41”, come la prossima meta, che dovrebbe arrivare nel 2021 come sostituto di Quota 100. Quest’ultima infatti sarebbe una misura sperimentale che avrebbe la durata di soli tre anni. A proposito della misura Quota 41, Salvini ha ricordato come questa fa parte del programma del governo del cambiamento e che c’era già nel programma di centro-destra.

Salvini si è detto particolarmente soddisfatto del lavoro che il governo ha fatto in questi pochi mesi, ed ha anche annunciato che entro febbraio, la Lega presenterà delle proposte economiche riguardante prossimi anni. Sembra che tra queste ci sia la detassazione dei lavoratori dipendenti e per le famiglie. Nello specifico, rispetto alle famiglie, lo stesso ha aggiunto: “Stiamo lavorando per l’attuazione del quoziente familiare”. La Lega, attraverso queste dichiarazioni del vicepremier Salvini, sembra voglia consolidare e rafforzare la direzione che è stata intrapresa in materia fiscale ed economica.

Intanto dopo la pubblicazione in Gazzetta del decreto, adesso il Ministero del Lavoro e l’Inps stanno mettendo a punto la prima circolare che verrà diffusa dall’Istituto nazionale di previdenza sociale, per far partire così a tutti gli effetti gli strumenti legati alla riforma pensioni. Il primo provvedimento sembra essere legato a Quota 100, appunto, ovvero la misura che darebbe la possibilità di poter andare in pensione maturati due requisiti, ovvero 62 anni di età e 38 anni di contributi. Nel decreto presenti anche la proroga di Opzione Donna e Ape sociale.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *