Press "Enter" to skip to content

Scamarcio ruba la moglie a Francesco Sarcina: “Quando lei ha confessato, io ho vomitato”

Doppio tradimento. Francesco Sarcina, leader del gruppo Le Vibrazioni, non riesce a darsi pace. Ha scoperto che Clizia Incorvaia, la donna che nel 2015 gli giurò fedeltà davanti a Dio, è finita a letto con il suo migliore amico, l’attore Riccardo Scamarcio. Un nome famoso che amplifica le dimensioni di questo clamoroso scandalo estivo, simile alla trama di tante commedie all’italiana. Ma stavolta è vita vera, non cinema. «E pensare che, per me, Riccardo era come un fratello», ha raccontato Sarcina. Proprio per questo l’aveva voluto vicino a sé, all’altare, come testimone nel giorno più bello. Di sicuro non si sarebbe mai aspettato di dover fare i conti sia con l’infedeltà della moglie, sia con lo “sgarro” dell’amico, che conosce da 15 anni.

Il dolore è doppio e non lascia scampo. Sarcina è ferito nel profondo dell’anima e – forse anche per liberarsi da tanta sofferenza – ha raccontato tutta la storia: «Quando Clizia, mia moglie, mi ha confessato di avermi tradito con Scamarcio, mi sono sentito devastato. Riccardo è stato il mio testimone di nozze, un a- mico, un fratello. È stato come se mi avessero pugnalato ovunque».
A comunicare la fine del matrimonio, mesi fa, era stata la Incorvaia, con una secca comunicazione. Ora però si scoprono i retroscena dell’addio. Sarcina, con coraggio, ha vuotato il sacco: «L’episodio con Riccardo risale a mesi fa, è isolato.

Eravamo in macchina quando Clizia me l’ha confessato. Giuro, sono sceso e ho vomitato per la disperazione. Ho rivisto i momenti in cui io, Riccardo e le nostre compagne mangiavamo insieme».
Il musicista si trova a rompere con due persone fonda- mentali della sua vita. Con l’attore pugliese, ex della collega Valeria Golino, nessun chiarimento: «Lui mi ha mandato un messaggio vocale quando gli ho scritto “ma che schifo devo venire a sapere”». Poi più nulla. «E di certo non dovevo essere io a cercarlo ancora… ».

Sarcina ha sposato la modella quando lei aveva già il pancione, il 5 giugno 2015. Una cerimonia che lui ha definito «da pazzi, perché il mio era un amore pazzesco». La prima crisi a novembre 2018. Poi, a febbraio, era arrivata la notizia della riconciliazione, siglata per tutti e due da un tatuaggio con due cuori gemelli. Però in quei quattro mesi era successo l’irreparabile: il flirt di Clizia e Scamarcio risale proprio a una o due settimane dopo la crisi di novembre. «Lei me l’ha confessato a Pasqua.

Nel mezzo avevo provato a ricucire», ha raccontato il cantante. Il loro matrimonio ha vissuto il momento più felice con la nascita di Nina, che il 24 agosto compie 4 anni. Ma ormai l’amore per Clizia – come l’amicizia per Scamarcio – è al capolinea, nonostante i disperati tentativi da parte di lui, che si è affidato anche a un analista. «Sono un cretino così innamorato che poi ho cercato di perdonarla. Dopodiché mi sono reso conto che non mi sarei comportato come loro».

Il chitarrista non sa se Scamarcio e la Incorvaia si vedono ancora: «Hanno avuto il loro momento, poi che ne so». Lui ora pensa ai figli: la piccola Nina e il primogenito, Tobia, avuto 12 anni fa da una precedente relazione. Francesco vuole dedicarsi a loro e al lavoro: non c’è più spazio per il perdono. «Non puoi tradirmi con mio fratello. Sono cose che, in un attimo, ti fanno cadere il senso di amore, di amicizia. Il cuore ti si pietrifica». I bambini, l’entusiasmo dei fan e, chissà, magari una nuova passione potranno ridargli fiducia nei sentimenti.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *