“Si è spezzato! C’era sangue dappertutto!” Orrore puro sul set dell’ultimo film di Rocco: “Un incidente sul lavoro”. Quel che è successo è da brividi. Ahi, ahi, ahi

Incidente sul set dell’ultimo film di Rocco Siffredi. Una storia choc raccontata direttamente da una delle protagoniste. Il famoso attore di film per adulti che è anche produttore, in questo momento è alle prese con il ruolo di regista. Per la pellicola – sempre a luci rosse – Rocco Siffredi ha scelto attori d’eccezione quali la famosissima Malena la Pugliese e Martina Smeraldi. La giovane debuttante, ai microfoni de La Zanzara, ha raccontato un fatto molto imbarazzante (anche spaventoso) accaduto sul set.

Secondo quanto riferito al talk radiofonico di Cruciani e Parenzo, sul set avrebbe avuto luogo un fatto allucinante: uno degli attori si sarebbe infortunato. Facendo, ovviamente, spaventare tutti. Martina Smeraldi era lì al momento del fatto ed è rimasta senza parole: “In due giorni abbiamo girato con sessanta attori”, ha raccontato. E poi è passata a raccontare il momento dell’incidente.

“A un certo punto uno dei partecipanti si è ferito il suo organo genitale. Io non mi sono accorta di niente, finché non abbiamo notato le macchie di sangue sulle lenzuola” ha detto la ragazza. L’attore è stato immediatamente ricoverato in ospedale ed è emersa la causa dell’incidente: un eccessivo uso di doping. “L’attore ha esagerato con le punture – ha raccontato Martina Smeraldi – e si è ferito l’uretra”. Ma la cosa non è finita lì, anzi… 

“Ora dovrà operarsi, sarà una cosa lunga. Ero sicura che non fosse un problema mio, non sentivo dolore. Tutto quel sangue era suo”. Nel mondo dei film a luci rosse quello del doping è un problema reale. Già Rocco Siffredi ne aveva parlato con Dagospia lanciando l’allarme: “Sono sostanze molto pericolose se non le sai usare”, aveva detto il mitico Rocco. E aveva ragione. Evidentemente quell’attore non era a conoscenza dei rischi che correva.

Oppure lo era ma ha preferito comunque rischiare. E ora sta passando un momento davvero difficile. “I professionisti lo sanno usare, i giovani capita che prendano un angolazione sbagliata e si rompano come una bottiglia“, aveva detto Rocco Siffredi. Sulla vicenda è intervenuto anche Rocco Siffredi, che ha parlato di un’esperienza simile vissuta anni fa: “Anche se si sono rotte due venuzze esterne”, nel suo caso. Ahia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *