Vaccino contro il morbillo obbligatorio, bambini espulsi dagli asili e multe fino a 2.500 euro

In Germania, a partire dal mese di marzo 2020 sarà obbligatorio fare la vaccinazione contro il morbillo, previa esclusione dalla scuola e soprattutto dagli asili e multe fino a €2500 per i trasgressori.È questa la notizia che è arrivata dopo il via libera del Consiglio dei Ministri alla legge presentata lo scorso mese di maggio. Segnalati in Germania al momento 543 casi di morbillo e più di 400 sono quelli registrati dal mese di gennaio ad oggi. Sulla base di questi dati quindi, si è deciso di rendere obbligatoria la vaccinazione contro questa malattia esantematica e nello specifico l’obbligo scatterà negli asili e nelle scuole, così come nei campi profughi. Nel caso in cui ci si dovesse rifiutare, i bambini verranno esclusi dagli asili e ci sarà una multa per i genitori che potrà arrivare fino a €2500.

Purtroppo i casi di morbillo negli ultimi anni sono raddoppiati e secondo le Stime pubblicate da Unicef e Organizzazione Mondiale della sanità, nel mondo sono più di 20 milioni i bambini che non hanno ricevuto nel 2018 i vaccini più importanti come quelli contro il morbillo e contro il tetano. Ed ancora secondo i dati diffusi alcuni giorni fa dall’Unicef e dall’organizzazione Mondiale della sanità, dal 2010 la copertura delle tre dosi di vaccino contro tetano, difterite e pertosse e di almeno 1 contro il morbillo, si è fermata all’86%, una cifra che è considerata non sufficiente per garantire l’immunità di gregge.

In tutto il mondo nel 2018 sono circa 350 mila i casi di morbillo che sono raddoppiati rispetto all’anno precedente. Intervenuta sulla questione la direttrice generale dell’Unicef, ovvero Henrietta Fore la quale ha dichiarato che i morbillo ci indica il tempo reale dove abbiamo più lavoro da fare per combattere le malattie prevenibili. “Poiché il morbillo è così contagioso, un’epidemia indica quali comunità non stanno vaccinando a causa della mancanza di accesso, dei costi o, in alcuni luoghi, della noncuranza. Dobbiamo compiere ogni sforzo per immunizzare ogni bambino”, ha aggiunto la direttrice.

Morbillo

Ricordiamo che il morbillo è una malattia infettiva che viene causata dal virus del genere morbillivirus. È una malattia piuttosto contagiosa che in genere colpisce i bambini di età compresa tra uno e tre anni e per questo è detta infantile come la pertosse, la rosolia,, la varicella e La parotite. In genere nel periodo di contatto i malati vengono isolati. Una volta che si contrae poi il morbillo da una immunizzazione che in teoria dovrebbe essere definitiva e quindi è molto difficile che ci si ammalerà durante la vita. I Sintomi sono perlopiù i seguenti ovvero un’ eruzione cutanea molto simile a quella della scarlattina e della rosolia e dura tra i 10 e i 20 giorni. Inizialmente i primi sintomi sono una raffreddore con qualche linea di febbre, che poi  diventa sempre più alta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *