Al Bano Carrisi e Loredana Lecciso, il cantante la definisce la donna perfetta

Dopo aver passato un periodo distanti, durante il primo lockdown Albano e Loredana Lecciso si sono riavvicinati ed allora la loro Unione sembra procedere a gonfie vele. Tanto che il cantante di Cellino San Marco ha rivelato: “la torre più bella di Loredana? l’intelligenza, la sensibilità e senso pratico. E’ una una compagna quasi perfetta. Come io sono il compagno quasi perfetto per lei” .

Loredana, le cose brutte del 2020 le conosciamo tutti. Ci racconti qualcosa di bello che le ha portato questo anno. «Difficile trovare qualcosa di bello, in realtà. E stato l’anno dell’esame di maturità di Jasmine e quello dei 18 anni di Bido.

Però, purtroppo, non li abbiamo vissuti nel migliore dei modi: non abbiamo potuto festeggiare Bido e Jasmine ha sostenuto l’esame a distanza. Se dovessi trovare qualcosa di positivo, direi che il 2020 ci ha fatto apprezzare la normalità, ci ha forzatamente riportato alle piccole cose, ci ha Riconsegnato il valore degli affetti.

Ci ha fatto capire che nulla è scontato: tutti abbiamo perso la libertà totale. Anche uscire per andare al ristorante, cosa che prima ci sembrava normale, abbiamo capito che non è scontato. Nella vita può succedere di tutto».

Come ha cambiato la sua vita il Covid? «È cambiata come è stato per tutti. Non faccio molta vita mondana, per cui quello non mi è pesato. Ma è cambiata dal punto di vista psicologico perché ho acquisito una consapevolezza diversa».

È preoccupata per questo difficile momento che stiamo vivendo? «Sono preoccupata. I primi mesi la paura era a mille, adesso stiamo imparando a conviverci e purtroppo la paura si è un po’ allentata. Dico purtroppo perché quando si abbassa la soglia della paura, può diventare più pericoloso.

Lo sforzo è quello di  mantenere le , misure di sicurezza con u un’accortezza in più». Nel primo lockdown ha ritrovato la sintonia con Albano e questo ha reso sicuramente più sereni anche i vostri figli. E così? «Sì, ma non siamo cambiati, in realtà. Non sono mutate le sensazioni, i sentimenti.

Semplicemente li vivi in maniera un po’ diversa. E diverso l’approccio, anche la quotidianità. Nella sostanza, però, non è cambiato molto. I sentimenti c’erano anche prima, semplicemente è cambiata la forma e abbiamo imparato  ad apprezzarli».

A proposito di figli, cosa pensa dell’esordio nella musica e in tv di Jasmine? «Sono felicissima per lei, ma per me rimane sempre prioritario lo studio. Abbiamo un patto, e del resto è anche un suo desiderio proseguire gli studi universitari. Finché rimane una passione, va bene, ma non deve distrarla dall’obiettivo principale». Albano l’ha definita come una “compagna quasi perfetta”. Ci spiega quel “quasi”?

«Bè, penso di essere nella norma, non solo come compagna ma anche come persona in generale. Si commettono piccoli errori, è ovvio. È normale che vorrei essere sempre di più, migliorarmi come donna, come compagna, come mamma, come persona. Mi piacerebbe aspirare alla perfezione, ma la perfezione non esiste».

Ha detto anche che le sue doti più belle sono l’intelligenza, la sensibilità e il senso pratico. Quali sono invece le doti di Albano? «La caparbietà, la forza di vivere: ha una grandissima energia che è la fonte di tutto ciò che fa, un’energia non comune». Il regalo che vorrei?

Un vaccino che funzioni Natale è alle porte, come lo festeggerete? «Mi ha colpito molto una frase del ministro Boccia e del premier Conte che hanno parlato di un Natale spirituale. Con tutto il rispetto per ciò che rappresenta il Natale, soprattutto per noi cattolici, credo che in questo momento festeggiare non sia una priorità. Natale dovrebbe essere tutto l’anno, personalmente non ho lo spirito di festeggiare e sicuramente sarà un giorno come gli altri, passato in famiglia».

Di solito come trascorrete le Feste? «Solitamente a casa nostra, avendo tanti ragazzi in casa, è piena di amici e amiche. Quest’anno purtroppo sarà decisamente meno affollato». Quale regalo le piacerebbe ricevere? «Un regalo banale: un vaccino che funzioni. E che Oggi abbiamo un’armonia perfetta. Qualcuno la dava prossima alle nozze per il 2021 ma Albano ha fermato tutti i rumor parlando di matrimonio d’intenti. A lei piacerebbe sposarsi?

«Mi sarebbe piaciuto sposarmi quando i bambini erano piccoli. Adesso non ha senso, non avrebbe più quel sapore. Adesso apprezzo di più il matrimonio mentale: credo che alla fine ciò che conta sono i fatti. E sento la famiglia così unita in questo momento che non mi manca nulla. Questo è il bello.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *