Intrattenimento

Angelina Jolie shock, spero che le mie scelte mi permettano di vivere un po’ più a lungo

Quando pensiamo alle dive di Hollywood ci vengono in mente le luci della ribalta, il lusso, la fama, il successo mondiale, i grandi incassi, la felicità. Poi vediamo Angelina Jolie e ci rendiamo conto che alla fine sono delle persone normali che hanno la fortuna di svolgere il loro lavoro in produzioni milionarie e con una risonanza enorme.

La realtà è un po’ diversa e narra di personaggi che quando escono dai set e tornano nelle loro case devono affrontare i problemi di tutti i giorni, e che soprattutto devono insegnare ai loro figli e a chi dipende da loro che la vita non è affatto facile, anzi: «i miei figli conoscono il mio vero io e mi hanno aiutato a ritrovarlo e ad abbracciarlo.

Hanno vissuto molto. Imparo dalle loro forze. Come genitori, incoraggiamo i nostri figli ad abbracciare tutto ciò che sono… – ha spiegato in una intervista a “Harper’s bazar” – Non possiamo impedire loro di provare dolore, angoscia, dolore fisico e perdita, ma possiamo insegnare loro a vivere meglio attraverso tali sofferenze».

Il suo messaggio è che bisogna sempre cercare di fare il massimo e di non accontentarsi mai perché la vita è una, ed è fantastica, piena di opportunità, ma purtroppo non si sa quanto dura e il tempo passato ad aspettare tempi migliori e chissà quale occasione è solo tempo sprecato che non tornerà più: «se senti di non vivere pienamente la tua vita, prova a identificare cosa o chi ti impedisce di respirare. Identifica e combatti tutto ciò che ti opprime.

Ha molte forme e sarà un lotta diversa per ognuno». Lei ad esempio sta combattendo diverse battaglie, in campo umanitario per il miglioramento delle popolazioni meno fortunate che soffrono, e in quello personale con la questione della sua salute e per la situazione con il suo ex Brad Pitt.

Proprio riguardo alla sua storia con l’attore, per la prima volta Angelina ammette qualcosa che noi abbiamo scritto più volte citando le indiscrezioni che arrivavano dagli Stati Uniti, ovvero che lei vorrebbe vivere all’estero, e ricominciare in un nuovo ambiente, ma che non può farlo perché gli accordi con Pitt la costringono a stare a Los Angeles: «voglio che i miei figli crescano nel mondo.

Mi piacerebbe vivere all’estero e lo farò non appena avranno 18 anni. Adesso devo restare dove il loro padre sceglie di vivere…». Per la Jolie sono anni difficili: «il mio corpo ha attraversato molto negli ultimi dieci anni, in particolare negli ultimi quattro e ho cicatrici sia visibili che invisibili da mostrare. Quelle invisibili sono le più difficili da guarire. La vita a volte fa molti giri. A volte ti fai male e vedi quelli che ami soffrire…

Adesso però sento il sangue tornare nel mio corpo». L’inizio di questi anni difficili corrisponde al 2007 quando sua madre Marcheline morì ad appena 56 anni per un cancro al seno, una forma di tumore che purtroppo ha colpito anche altre donne della sua famiglia: «è ormai da più di un decennio che vivo senza mamma. Lei ha conosciuto solo alcuni dei suoi nipoti, ed era spesso troppo malata per potere giocare con loro. – ha raccontato al “Time” – Mia madre è scomparsa a 50 anni, mia nonna è morta nei suoi 40.

Spero che le mie scelte mi permettano di vivere un po’ più a lungo». Questa è la sua vera preoccupazione, voler vivere il più possibile per il bene dei suoi figli e per questo nel 2013 ha rivelato di essersi sottoposta ad una doppia mastectomia preventiva per ridurre la possibilità di sviluppare il cancro al seno. Non solo, due anni dopo ha optato anche per la rimozione delle ovaie e delle tube di Falloppio, sempre in via preventiva.

Il perché di queste operazioni? Perché anni fa si è sottoposta ad un test genetico che ha dimostrato come anche lei possedesse il gene modificato BRCA1 che predispone al cancro. «Mi viene spesso chiesto in che modo le mie scelte mediche, e il renderle pubbliche, mi abbiano influenzato.

Per quanto mi riguarda, sento semplicemente di aver fatto queste scelte per aumentare le probabilità di potere vedere i miei figli diventare grandi, di conoscere i miei nipoti ». C’è però un altro aspetto su cui Angelina vuole porre attenzione, ed è quello delle famiglie.

Si parla sempre dei malati, ovviamente e giustamente, ma lei vorrebbe che si parlasse anche di chi li assiste spiegando che il cancro è un evento negativo per tutta la famiglia: «Tutti i pazienti che ho incontrato hanno affermato che il sostegno dei loro cari e del resto della società è stato il fattore più importante nella loro capacità di affrontare la malattia.

E qui, l’immagine è preoccupante a livello globale, in particolare per le donne. – ha detto l’attrice – Capisco che spesso ci concentriamo sul cancro o su una determinata malattia, ma tralasciamo che la diagnosi è più ampia: anche la situazione familiare, lo stress, le difficoltà emotive rendono le giornate di una donna molto più difficili».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *