Antonella Clerici, conoscete qual’è il suo titolo di studio?

Pubblicato il: 11 Ottobre 2020 alle 8:04

Antonella Clerici non ha bisogno di certo di presentazioni. Dopo due anni di assenza dal piccolo schermo, la conduttrice è tornata in televisione con un programma tutto suo. Stiamo parlando di E’ sempre mezzoggiorno, format condotto direttamente dalla sua meravigliosa casa nel bosco a Arquata Scrivia.

La presentatrice ha iniziato a fare televisione sin da giovane,  ma sono tanti i programmi che l’hanno vista al timone. ‘La Prova del Cuoco’ e ‘Lo Zecchino D’Oro’, il ‘Festival di Sanremo’ e tanti altri ancora. Insomma, dal punto di vista lavorativo, possiamo dire che Antonellina vanta un curriculum vitae ricco e soprattutto più che di successo. Ma cosa sappiamo, però, della sua carriera scolastica? Ed, in particolare, qual è il titolo di studio che ha conseguito in passato? Ecco tutti i dettagli.

Qual’è stata la carriera scolastica di Antonella Clerici?

Dal punto di vista televisivo e lavorativo Antonella Clerici è una delle conduttrici più amate in televisione. La sua prima apparizione televisiva risale agli anni ottanta, e da allora ha letteralmente cavalcato l’onda del successo. Stiamo parlando del 1985, ma da quel momento la  sua carriera è spiccata.  Quello che, però, adesso ci domandiamo è ben alto. Dato che della sua vita professionale sappiamo quasi tutto, adesso siamo curiosi di sapere quale è stata la sua carriera scolastica. In particolare quale titolo di studi ha conseguito e soprattutto se è laureata.

Stando a quanto circola sul web, sembrerebbe che come quella televisiva, anche quella scolastica è stata molto notevole e soddisfacente. Non soltanto la simpaticissima conduttrice televisiva ha conseguito il diploma presso il Liceo Classico Galileo Galilei di Legnano, a Milano, ma sembrerebbe che si sia scritta anche a l’università. Infatti, Antonella ha una Laurea in Giurisprudenza, con tanto di  110 e lode.

Antonella Clerici

E’ sempre mezzoggiorno, è flop?

Si mette maluccio per Antonella Clerici ed il suo È sempre mezzogiorno, nuovo format in onda su Rai 1 da quasi due settimane. Il programma con cui è tornata in onda dopo un lungo stop non sembra stia andando benissimo. Infatti, si parla di un 15,4% di share pari a 1,8 milioni di telespettatori ritrovandosi poi ora a 12,9%, pari a 1,4 milioni. Cifre, fa notare Italia Oggi, sempre più vicine a quelle che raccoglieva Elisa Isoardi La prova del cuoco fino allo scorso anno, programma che fu cancellato proprio per via dell’audience.

Insomma, sembrerebbe che Clerici sia in crisi. Resta però da vedere quale sarà la decisione della rete e sopratutto se con il passare dei mesi cambierà qualcosa. Intanto, no di controcopertina non possiamo che augurarle il meglio.

Maelle è una bambina che ha gli occhi che ridono. E la sua mamma la guarda incantata fra lo stupore e la meraviglia. Perché si è fatta grande in un soffio. Perché fra loro c’è un legame fortissimo, intenso, fatto di una quotidianità pregna di piccoli, complici istanti di felicità vissuti negli ultimi due anni in un bosco incantato, la loro casa sulla colline di Arquata Scrivia, tra Alessandria e Genova. Quando poi sono in cucina insieme è tutto davvero magico. Entrambe appassionate di fornelli, sanno giocare con i sapori con grazia e disinvoltura. «Le ho insegnato a fare la lista, come ogni bravo cuoco pretende si faccia: si mettono in fila gli ingredienti e poi si comincia». Antonella Clerici finalmente torna in tv in un programma di cucina. In È sempre mezzogiorno, in onda dal 28 settembre su Rai 1, ricomincerà a spignattare per il suo pubblico, mentre la piccola Maelle dovrà rassegnarsi all’idea di cucinare un po’ meno con la sua mamma. Ma lei lo sa: Antonella appartiene un po’ a tutti noi.

Antonella, non sarà semplice, dopo due anni di simbiosi, separarsi da sua figlia…

«Quando ho proposto a Maelle di venire qualche giorno con me a Milano, mi ha chiesto se fossi impazzita. Lei sta bene qui, ha le sue abitudini, i suoi piccoli riti quotidiani, i suoi puntelli. E sa che per me il lavoro è una passione fortissima. E poi è sempre qui che torno, faccio solo la pendolare con Milano…».

Il suo bosco entrerà nelle case degli italiani, finalmente: è emozionata?

«Sono felice. Questo programma l’ho pensato e voluto fortemente. Se non andrà bene sarà solo colpa mia, me ne prendo la responsabilità. Mi sono fatta fare un contratto di un solo anno per la prima volta in 35 anni che lavoro: mi piace l’idea di vedere come andrà e voglio mettermi alla prova. Poi mi entusiasma l’idea di poter parlare e giocare con la gente a casa, e mettere in palio premi belli come cucine calde, accoglienti, “da bosco”».

Cosa dobbiamo aspettarci?

«Il sapore. Il mio, come quello delle cose semplici, degli affetti solidi, delle abitudini sane della provincia italiana. Che è magari ruspante, ma piena di valori e tradizioni». Le ricette si sprecheranno. E ingrasseremo tutti. «Si cucina insieme con i miei ospiti, i miei amici, mentre si chiacchiera. Io ingrasserò sicuramente, perché a quell’ora ho una gran fame: il cibo per me è pura attrazione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *