Armine Harutyunyan, la modella di Gucci: chi è la ragazza vittima di body shaming?

Pubblicato il: 1 Settembre 2020 alle 9:21

In questi giorni l’attenzione mediatica si è concentra sulla nuova modella di Gucci Armine Harutyunyan e il motivo è davvero sconvolgente, in quanto si tratta del suo aspetto fisico. I molti sul web hanno definito la modella brutta, con una pioggia di insulti assolutamente spaventosa.

 Armine Harutyunyan, la nuova modella di Gucci

Nel corso di questi anni sono state davvero tante le battaglie intraprese contro le case di moda per via delle polemiche nate attorno alle modelle, la prima questione tra tutte è quella riguardante la ‘taglia’ e quindi l’eccessiva magrezza delle donne che sfilano in passerella. Adesso che le modelle curvy per certi versi hanno vinto la loro battaglia contro questo canone di bellezza, ecco che arriva un’altra polemica che sta animando il web da qualche giorno a questa parte. Quanto devi esser bella per poter sfilare in passerella?

La domanda appena posta ci porta al caso Armine Harutyunyan, nonché attuale modella di Gucci che ha scatenato le ire del web perché non abbasta bella per sfilare in passerella, ma chi è la donna che più di altre sta facendo parlare di sé?

La nuova modella di Gucci nella bufera

Armine Harutyunyan è una delle protagoniste del gossip negli ultimi giorni, si tratta di una modella di 24 anni che ha sfilato per conto di Gucci durante la settimana della moda.

Lei, nata a Yerevan, è nipote di Khachatur Azizyan è un pittore molto apprezzato in Armenia, la madre invece è medico ma in questi anni di carriera nella moda ha sempre sostenuto i progetti creativi e artistici di Armine. Il sogno nel cassetto della giovane modella era appunto quello di sfilare per Gucci, anche se non credeva potesse diventare davvero realtà.

La battaglia del web

Dopo l’avvio della bufera sul web e tanti commenti negativi scritti sul conto di Armine Harutyunyan, fortunatamente, molte pagine social hanno deciso di prendere le parti della donna vittima di bosyshaming.

Non a caso, in una pagina Instagram che porta il nome de Il meglio delle donne è possibile leggere il seguente commento nel loro post: “Commenti che vertono alla denigrazione fisica, alla distruzione psicologica di una donna che sta cercando solo di realizzare il suo sogno: quello di diventare modella. Senza togliere niente a nessuno. Le donne diventano cattive quando si tratta di distruggere altre donne. Senza motivo. E questo non me lo so spiegare. La modella ha deciso di non rispondere a questi insulti”.

BODY SHAMING: COS’È

Il modo inglese tutto anglosassone vuol dite “far vergognare” qualcuno, in questo fatto specifico si parla specialmente per le caratteristiche fisiche, criticando o comunque facendo riferimento a questioni come il peso, l’altezza, ma anche la peluria corporea o i tatuaggi, per esempio. Si tratta quindi di deridere qualcuno per il suo aspetto fisico ed è una pratica che colpisce sia uomini che donne di ogni età, anche se gli adolescenti tendono a essere un pubblico particolarmente vulnerabile dinanzi a queste forme di violenza psicologica, specie in Rete.

Il body shaming, allora, può essere visto anche come una forma di bullismo, dato che può comportare in alcuni casi delle pesanti conseguenze a livello psicologico per le vittime che sentono di non riuscire ad adeguarsi agli irrealistici standard di bellezza imposti dalla società e fomentati dai mass media.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *