Non basta il sorriso d’ordinanza, come lo chiama Milly Carlucci, per semplificare la situazione. Ma neppure amuleti o danze propiziatorie possono al momento annullare la suspense che ci sta tenendo con il fiato sospeso. L’edizione numero 15 di Ballando con le stelle, attesissima, è avvolta da incognite e il timore di colpi di scena sgraditi agita gli animi di chi lavora dietro le quinte.

La data di partenza, già slittata da marzo a settembre, prevista in prima serata sabato 12, più che ballare… traballa. Il coronavirus ci ha messo lo zampino. E ben più di una volta. Andiamo per ordine: lo show doveva andare in onda a primavera. Era tutto pronto, mancava solo che si accendesse il lampadario di cristallo che domina la pista per dare il via alle danze, quando l’emergenza sanitaria ha imposto uno stop. Impensabile ballare con il covid in agguato, la salute viene prima di tutto, impossibile sia avere il pubblico in sala a riscaldare la scena, sia lavorare in scioltezza con tutto il team che gravita attorno a questo fortunato programma.

Davanti a una pandemia si ferma tutto. Stop. Cala il sipario in attesa di tempi migliori. Sono passati mesi, ben sei, e superata la fase acuta del contagio, terminato il lockdown, si è fissata una nuova data per lo show, il 12 settembre, appunto.

Ovviamente lavorando in sicurezza, osservando le prudenze e sotto stretto controllo medico. Vale a dire che ogni settimana, fino al termine dell’edizione, tutta la squadra si deve sottoporre al tampone. Sicurezza osservata in ogni attività, anche per realizzare le fotografie di rito delle coppie in gara, scattate il 21 agosto all’Auditorium Rai del Foro Italico, a Roma. Immagini che vedete nel nostro servizio, testimonianza che tutti, “tamponati” nei giorni precedenti, erano risultati negativi. Il 22 agosto si è poi girato il promo del programma.

E in un video social Milly Carlucci dipanava la matassa su come avrebbero ballato le coppie, spiegando che la stretta vigilanza del medico e l’osservanza rigida di tutti i protocolli sanitari avrebbero consentito lo svolgimento di Ballando al meglio. Ossia, danze tradizionali e non a distanza – come invece si era ipotizzato se avesse preso piede l’edizione di primavera – senza mascherina, per garantire performance pulite ed emozionanti, come sempre.

Se tutti sono negativi, il problema non sussiste. Ma ecco il colpo di scena: ulteriori tamponi hanno mandato la tensione a mille. I tentacoli del coronavirus si sono allungati fin qui, colpendo prima il ballerino Samuel Peron (insegnante di Rosalinda Celentano), poi il concorrente-pugile Daniele Scardina (in coppia con Anastasia Kuzmina). Positivi. Ciò significa: in isolamento fino a quando torneranno negativi.

È stata Milly a comunicare le novità sul suo profilo Instagram, presentandosi con quel sorriso d’ordinanza che le dà la forza per guardare avanti e sperare che tutto si aggiusti il prima possibile: «Sia Samuel sia Daniele non hanno sintomi importanti, per fortuna. Rientriamo nel protocollo di sicurezza degli sport di contatto, come il calcio, la pallacanestro. Ci monitoriamo con tampone in maniera continuativa per ricominciare ad allenarci in sicurezza».

Già, perché, dopo aver scoperto i casi positivi si sono chiusi i battenti. Le prove, iniziate da una manciata di ore sono state naturalmente sospese: per sanificare gli ambienti, evitare contatti e per poi rifare il tampone nella speranza di non avere altre brutte sorprese. Solitamente prima del debutto le coppie provano per almeno due settimane, si allenano sodo ogni giorno, per più ore.

Questo non sta accadendo, quindi l’avventura si complica. Vien facile ipotizzare che sia complesso partire con così poco lavoro alle spalle e con il cast al momento privo di due coppie. In attesa di ripartire con slancio, uno dei concorrenti, Paolo Conticini, star dello show, per molti in odore di podio, è rientrato da Roma a Pisa per raggiungere la moglie Giada, tranquillizzarla, e concedersi l’ultimo bagno al mare. Ha fatto una diretta Instagram con la sua insegnante, Veera Kinnunen, in attesa di tornare ad allenarsi.

Lui come gli altri che, in modo virtuale e seguendo indicazioni e tutorial, stanno muovendo passi e scaldando i muscoli. Alessandra Mussolini, per esempio, si pubblica su Instagram mentre improvvisa una bachata in cucina, con il sottofondo del respiro dei suoi cani a scandire il ritmo: sarà orgoglioso il suo coach Maykel Fonts! Mentre Vittoria Schisano mostra un video nel quale muove passi in bikini e scrive: “Quando Marco De Angelis [il suo insegnante, ndr] mi dice che non so ballare io rispondo così”. C’è attesa, fermento, la distanza si colma così, aspettando le vere prove.

Quando? Al momento non si sa. Lunedì 31 agosto, a soli 12 giorni dal debutto previsto, tutti si sono sottoposti a un nuovo tampone. «Amici, la parola più bella di questa settimana è NE-GA-TI-VO. Ossia il risultato del nostro tampone di oggi», ha detto con voce squillante la Carlucci. Mentre scriviamo la situazione è questa. I concorrenti sono negativi, i ballerini pure. Resta comunque accesa l’attenzione su Scardina, isolato a casa. E Peron, stessa sorte.

Pochi giorni prima di scoprire di essere positivo, il ballerino era stato a pranzo, all’aperto e con mascherina, con Samanta Togni, sua amica, ex insegnante del programma per 12 anni, sua partner di spettacoli. «Appena ho saputo di lui mi sono allarmata, chiusa in casa e ho voluto fare il tampone. Il primo era negativo, per precauzione ne farò un altro», racconta Samanta, che dal 14 settembre affiancherà Giancarlo Magalli a I fatti vostri. «Ma comunque tiferò per la squadra di Ballando, che spero di vedere presto in pista».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here