Sono giorni davvero particolari per gli italiani che sono davvero preoccupati per i risparmi che questi conservano in banca, dato che la paura di una nuova tassazione per loro è sempre dietro le spalle. Il tutto non finisce qui: possibile che banche e conti corrente vengano chiusi anche senza il nostro consenso?

Tensione per le banche italiane?

Nel corso delle ultime settimane sono state davvero tante le notizie che sono state pubblicate in merito alle banche e che hanno messo in allarme gli italiani. In modo repentino stanno cambiando in modo in cui vengono gestite le banche, come dimostrato dal fatto che i clienti sempre più spesso nella loro mail trovano comunicazioni di ogni tipo. Facciamo riferimento anche alle segnalazioni di utenti che da un giorno all’altro hanno visto cambiare la loro banca di appartenenza e il conto corrente spostato in un’altra filiale senza che fosse chiesto il loro consenso. La domanda giusta da porsi è la seguente: quanto detto è possibile?

La risposta a questo quesito è positiva, dato che a quanto pare a banche possono fare questo tipo di manovra anche se il cliente ha sempre la possibilità di migrare il conto in un altro ente.

Banche e conti chiusi improvvisamente?

Come abbiamo appena avuto modo di spiegare, il fatto che sia banche che conti correnti possano subire una chiusura improvvisa e non comunicata ha creato non poche tensioni ai contribuenti che non si sentono più sicuri nella gestione dei loro risparmi.

A ogni modo, la cosa importante da fare è quella di prestare attenzione alle condizioni contrattuali che sono state esposte nel momento in cui avete effettuato il contratto scelto con l’ente e in tal caso gestire il caso a seconda della problematica che si presenta. Attenzione anche alla vostra mail, dato che qui spesso vengono inviate anche una serie di comunicazioni anche importanti alla quale spesso non facciamo caso.

Possiamo spostare anche noi il conto in qualsiasi momento?

Ricordiamo che un ente bancario non chiude improvvisamente se non per delle problematiche comprovate. Possibile che questo decida anche di non fare la comunicazione al cliente, ma è necessario sottolineare anche il fatto che il cliente, comunque vadano le cose, è libero di gestire il conto nel modo che lo ritiene opportuno.

Quanto detto è una premessa necessaria per spiegare come nel momento in cui una condizione imposta non coincide con le nostre esigenze, dunque, possiamo provvedere a migrare i nostri risparmi dove ci sentiamo più al sicuro.

Controcopertina.com grazie alla nostra Redazione seria e puntuale siamo stati selezionati dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui. Oppure iscriviti sul nostro Gruppo Facebook dedicato alle pensioni cliccando qui.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here