Bonus 400-800 euro, quando presentare le domande all’Inps?

La pandemia da Coronavirus, probabilmente, negli anni futuri verrà ricordata come il periodo in cui il Governo italiano sia riuscito a trovare il modo per istituire una lunga serie di bonus e sussidi con lo scopo di aiutare sia singoli che nuclei familiari. Non a caso, ecco che oggi si parla dei sussidi previsi dal Decreto Rilancio.

Bonus 400/800 euro per babysitter, colf e badanti

Sembra giusto cominciare questo articolo con quello che è stato uno dei primi sussidi ideati per aiutare coloro che, o in modalità smart o nel proprio luogo di lavoro, hanno continuato a prestare servizio con le loro mansioni. Non a caso, ecco che è stato istituito il bonus babysitter, innanzitutto, per permettere ai genitori che hanno continuato lavorare di poter avere un aiuto in casa insieme ai loro figli che sono rimasti in casa data la sospensione della scuola che ha continuato a esistere con la versione online di video lezioni e consegna dei compiti attraverso delle piattaforme instituiti già in precedenza e che sono state rese più fruibile.

Questa versione del bonus è stata estesa anche alle colf e badanti, sempre in modalità bimestrale e quindi in atto fino al luglio 2020, con assegni che vanno da 600 a 800 euro e quindi 1200 e 1600 per due mesi.

Quando presentare le domande all’Inps?

Ricordiamo, inoltre, che in questa fase i bonus sono stati resi fruibili anche per i liberi professionisti con partita iva e che quindi necessitavano di un aiuto nella gestione di questa, come ad esempio il pagamento delle tasse dato che a molti loro non è stato possibile lavorare a causa dell’emergenza da pandemia da Coronavirus (es. avvocati).

Tra le varie misure, inoltre, troviamo anche la misura del Reddito di Emergenza che viene concesso a cloro che hanno un patrimonio mobiliare che non superi i 10.000, aumentati di 5.000 euro per ogni componente del nucleo. Il limite del patrimonio mobiliare non dovrà superare i 20.000 euro. Ma la domanda capite di questo articolo è il seguente: quando sarà possibile presentare le domande all’Inps?

Quando andare all’Inps?

È necessario ricordare, anche, che son state estese le date di presentazione della domanda che riguarda i vari sussidi che sono stati messa a disposizione fino al 30 giugno 2020, e comprende anche i casi di persone che attendono bonus o che vogliono fare accesso con misure di compatibilità con le pensioni di invalidità. Infine, è necessario ricordare anche che per varie informazioni è possibile contattare il numero verde Insp.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *