Bonus 600 euro per i lavoratori, incluse nuove categorie

In questi mesi si è spesso parlato della possibilità di ricevere un bonus a tutti coloro che sono titolari di una partita iva. Adesso che siamo in piena fase due della pandemia da Codiv-19 ecco che viene concessa la possibilità di ricevere un nuovo bonus esteso anche ad altre categorie di lavoratori?

Bonus 600 euro per i lavoratori

La pandemia da Coronavirus ha messo in serie difficoltà tutti i lavoratori con partitiva iva per il quale è stata concessa la possibilità di poter richiedere e ottenere un bonus da 600 euro, al fine di sostenere le spese derivanti dal sostentamento della gestione lavorativa.

I pagamenti sono arrivati in due versamenti al fine di dare la possibilità a tutti i titolari di partita iva di poter presentare le varie richieste nelle giuste modalità. Inoltre, ecco che nelle settimane successive all’inizio della pandemia sono state altre le categorie aggiunte nelle richieste del bonus in questione, facendo poi riferimento anche a tutti i lavoratori autonomi con propria cassa previdenziale, regolandolo a secondo della liquidità.

Nuovo bonus lavoratori

Come abbiamo avuto modo di spiegare precedentemente, a tenere banco nel mondo delle notizie troviamo il bonus da 600 euro, che nella fase successiva è stato portato anche a 800 euro. Il bonus in questione, inoltre, è stato poi allargato ai lavoratori con cassa previdenziale e che permesso loro di ricevere il denaro a seconda delle modalità che sono state previste dai vari ordini professionali.

Adesso le cose stanno per cambiare, dato che il Governo ha già previsto lo stanziamento per un nuovo bonus da 600 euro, ecco chi vi potrà fare accesso e quando potrà essere richiesto. Alle categorie già presenti vanno aggiunti anche:

  • Disoccupati, bonus di 600 euro: a chi spetta
  • Aiuti economici per la disoccupazioni ampliati

Bonus e decreto di Rilancio

Sono state molte intense per la squadra di Governo che sta lavorando al nuovo decreto di Rilancio che prevede diverse modalità di aiuti. Il decreto in questione prevede la regolamentazione dei vari bonus messi a disposizione dallo Stato, come ad esempio quello della fatturazione elettrica o del gas, unito ad altri tipi di agevolazione che serviranno per aiutare gli italiani in difficoltà.

A ogni modo, il nuovo bonus da 600 potrà già essere richiesto affidandosi agli uffici di riferimento. Per saperne di più, comunque sia, si dovrà aspettare la pubblicazione definitiva del decreto di Rilancio, che avverrà entro 30 giorni, e dove tutto sarà spiegato nel minimo dettaglio, caso per caso, al fine di permettere a tutti di poter presentare la propria richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *