Coronavirus, Barbara D’Urso dice no agli allarmismi e mangia in diretta i biscotti della fortuna

Pubblicato il: 1 Febbraio 2020 alle 11:13

E’ ormai allarme ed emergenza sanitaria in tutto il mondo, per la diffusione del Coronavirus e la gente comincia ad essere sempre più preoccupata. Di questa emergenza mi ha parlato anche la conduttrice di Pomeriggio 5 Barbara d’Urso, la quale ha detto no alla psicosi e ai allarmismi. La conduttrice ha parlato della diffusione di questo virus durante una puntata di Pomeriggio 5, nel corso della quale Barbara D’Urso ha esposto il suo pensiero al riguardo dicendo di evitare qualsiasi tipo di allarmismo e di psicosi. La conduttrice ha così mandato in onda un servizio sulla Chinatown milanese, mostrando come tanti locali e ristoranti fossero deserti per la paura del contagio.

Coronavirus, Barbara D’Urso dice no a ogni tipo di allarmismo

A questo punto Barbara D’Urso, avrebbe deciso di lanciare in diretta TV un appello a tutti i suoi telespettatori affinché questi non rinuncino ad andare a mangiare cinese. Poi per cercare di essere ancora più convincente, Barbara in puntata avrebbe assicurato: “La malattia non si trasmette con i cibi”. Poi non contenta, ha mangiato in diretta un biscotto della fortuna, ovvero quei classici dolci che vengono consegnati A fine pasto in questi ristoranti cinesi. Poi conclude dicendo: “Lo fece Lamberto Sposini ai tempi dell’influenza aviaria, lo ha fatto ieri Corrado Formigli mangiando un involtino primavera, lo faccio anche io volentieri e vi invito ad andare nei ristoranti cinesi”.

Coronavirus, la situazione in Italia

Intanto in Italia il governo ha dichiarato lo stato di emergenza per i rischi sanitari per circa sei mesi e pare che questa sia la prima volta. E’ stato predisposto lo stop da a tutti i voli da e per la Cina. Il coronavirus sembra essere arrivato in Italia e nello specifico ad essere risultata positiva ai test è una coppia di turisti cinesi che adesso si trova ricoverata allo Spallanzani di Roma in condizioni piuttosto discrete. Sempre all’interno dello stesso Istituto ci sono altre 32 persone sotto stretta osservazione.

Nella giornata di ieri, 31 gennaio 2020, il  premier Conte ha parlato per cercare di evitare ogni tipo di allarmismo e di psicosi, ma gli italiani sono comunque già in allerta ed anche molto preoccupati. “La situazione è sotto controllo”, ha aggiunto il premier Giuseppe Conte al termine del Comitato operativo alla Protezione Civile. Poi lo stesso ha aggiunto: “Abbiamo approvato la designazione” proposta dal ministro Speranza “del dottor Angelo Borrelli come commissario delegato” all’emergenza coronavirus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *