Coronavirus shock, il peggio dovrà ancora venire

Da alcune settimane siamo in piena crisi non soltanto sanitaria, ma anche economica, sociale e per certi versi anche politica. Purtroppo ci troviamo in piena emergenza e speriamo di poterne uscire al più presto convincendo questo terribile virus che ha cambiato radicalmente le nostre vite. Ognuno di noi sta facendo dei sacrifici, rimanendo nelle proprie case e cercando di uscire il meno possibile. Molti sono stati costretti a chiudere le proprie attività e di conseguenza stanno risentendo anche di una grave crisi economica.

Coronavirus, cambiano le nostre abitudini. Quali conseguenze?

Ma il coronavirus non ha ucciso i sogni degli italiani, ovvero di quelli che vogliono ricostruire e risollevarsi ma soprattutto riprendere in mano la loro vita. Tutti non aspettano altro che il momento in cui finalmente questa pandemia sarà passata ed il virus sarà debellato e si potrà tornare a lavorare, a produrre e ad uscire da casa e incontrare persone. La vita di tutti noi però non sarà più la stessa, perché questa esperienza ci avrà segnato profondamente. Secondo alcune previsioni il domani potrebbe essere addirittura peggio di ciò che stiamo vivendo attualmente, nel senso che avremmo delle conseguenze che dureranno per parecchio tempo. Questo virus che ci ho portati a cambiare vita, modi di pensare e comportamenti lascerà un segno non indifferente su tutta la città e non soltanto sulla nostra salute, ma in generale su tutti gli aspetti.

Quali conseguenze per la nostra economia?

Sicuramente sarà meno solida di prima e già sin da adesso sta entrando in recessione e tutti gli esperti prevedono che la strada sarà molto lunga. La crisi colpisce tutti i settori e tutto il mondo. Ma chi sarà a pagarne le conseguenze? Di certo le casse pubbliche e private che resteranno vuote, visto il blocco totale della produzione e degli scambi. Da quasi un mese nessuno sta più guadagnando, nemmeno lo Stato che non può incassare i tributi.

Alla ripresa tutti i lavoratori troveranno le loro aziende del tutto indebolite, i magazzini sanno pieni di merda invenduta, e ci saranno produzioni ferme. Ci saranno anche alcuni mercati che faranno davvero fatica a risollevarsi come quello del turismo e dei trasporti. Sicuramente le piazze, le navi da crociera, i ristoranti e le fabbriche non saranno pieni come lo erano fino a poche settimane fa. L’Europa non sarà pronta ad aiutare l’Italia, perchè dovrà fare i conti con l’emergenza di tutti i paesi. Insomma, quelli che ci attendono dei tempi bui, tempi molto duri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *