Delitto di Yara Gambirasio, presto su Netflix una serie tv sul caso della 13nne di Brembate

Ricorderete sicuramente il delitto di Yara Gambirasio, la 13enne di Brembate scomparsa misteriosamente e ritrovata poi dopo diverse settimane purtroppo senza vita, nel campo di Chignolo d’Isola. E’ stato questo uno dei casi di cronaca più atroci ed anche più seguiti di questi ultimi anni. Ad ogni modo, di lei ancora oggi se ne parla e potrebbe ben presto arrivare una serie tv proprio incentrata su questo caso.

Delitto di Yara Gambirasio, Massimo Bossetti ancora in carcere si professa innocente

Da anni, ormai, per l’omicidio della 13enne si trova in carcere Massimo Bossetti, che da diverso tempo si professa innocente ed estraneo ai fatti. Ad ogni modo, l’uomo però si trova in carcere dopo che gli inquirenti hanno effettuato un lungo processo di screening de Dna dei cittadini, sulla base delle tracce che sono stata ritrovate sugli indumenti di Yara. Per molto tempo si è parlato di Ignoto 1, che poi però ha assunto un’identità, ovvero quella di Massimo Bossetti, il muratore di Mapello.

Una serie tv presto su Netflix sul delitto di Yara Gambirasio

Come abbiamo già avuto modo di anticipare, quindi, ben presto si girerà una nuova serie tv che andrà su Netflix e che sarà incentrata proprio su questa tragedia. Questa si chiamerà Il lupo e l’Agnello e molto probabilmente le riprese inizieranno il prossimo anno. Ma che notizie ci sono al momento?
Come abbiamo anticipato, le riprese inizieranno il prossimo 2021 a meno che non dovessero esserci dei ritardi o delle novità, visto la grave situazione che tutti noi stiamo vivendo ormai da diverso tempo, per via della pandemia da Coronavirus. La serie andrà in onda su Netflix e ripercorrerà sostanzialmente il delitto di Brembate e di conseguenza la morte della giovane Yara Gambirasio.

Inizio riprese, cast e ambientazione

Dalle uniche notizie che abbiamo, questa serie dovrebbe ripercorrere le ultime ore dell’adolescente bergamasca ed anche le indagini eseguite per poter arrivare all’arresto di quello che ad oggi è considerato l’unico colpevole. La regina della serie è affidata a Marco Tullio Giordana e nel cast dovrebbero esserci Alessio Boni, nel ruolo del comandante dei carabinieri ed Isabella Ragonese che vestirà i panni del Pubblico ministero Letizia Ruggeri. Altra notizia riguarda la location. La serie non verrà girata dove sono accaduti realmente i fatti, ma a Roma. Queste sono soltanto le uniche notizie che si hanno ad oggi su questa nuova serie tv, che come abbiamo già annunciato dovrebbe arrivare il prossimo anno. Per tutto il resto, c’è ancora il massimo riserbo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *