Due avvocati presentano esposto contro Conte “Misure prese in ritardo hanno causato migliaia di morti”

Pubblicato il: 2 Aprile 2020 alle 3:42

È stato presentato un esposto alla Procura e nello specifico un esposto contro Conte per aver adottato le misure in ritardo e aver causato migliaia di decessi. Questo esposto sarebbe stato presentato nelle scorse ore da due avvocati secondo i quali Conte avrebbe sottovalutato questa epidemia da coronavirus che sta causando migliaia di morti nel nostro paese. “I provvedimenti adottati in ritardo hanno provocato migliaia di morti”, questa la denuncia dei due avvocati. Ad annunciare questa iniziativa sulla pagina Facebook è stato il magistrato Augusto Sinagra che per anni è stato anche professore ordinario di diritto dell’Unione Europea alla facoltà di Scienze Politiche alla Sapienza di Roma.

Coronavirus, presentato esposto contro il Premier Conte

Il magistrato Augusto Sinagra dichiarato di aver depositato nella mattinata di oggi presso la Procura della Repubblica di Roma una denuncia contro il premier Giuseppe Conte, il ministro della Salute Roberto Speranza ed ancora il Ministro dell’interno Luciana Lamorgese che porta la sua firma e quella dell’avvocato Alfredo Lonoce.

Nello specifico, gli avvocati avrebbero rivolto al governo delle accuse ben specifiche ovvero di avere sottovalutato l’emergenza coronavirus e di non aver agito in modo tempestivo e veloce, mancando non soltanto nei tempi ma anche nei modi adeguati per fronteggiare questa emergenza da coronavirus. A dire dagli avvocati non è stata presa in considerazione alcuna misura di prevenzione e di contenimento che di conseguenza ha portato alla diffusione del virus con tantissimi contagiati e migliaia di vittime. Secondo gli avvocati si sarebbe dovuta fare Maggiore attenzione sin dall’inizio, sulla base di ciò che è accaduto in Cina e fissare dei Blocchi e delle chiusure.

Le ragioni dei due legali

Ed ancora secondo i legali non è stato preso in considerazione il modello cinese e quindi le misure adottate sono state prese soltanto dopo venti giorni da quando effettivamente era stato dichiarato lo stato di emergenza. Il fatto di avere sottovalutato il problema secondo quanto riferito dai due avvocati, avrebbe fatto sì che è il virus si diffondesse rapidamente e soprattutto al nord che come sappiamo è l’aria più colpita da questa epidemia. Secondo i legali, Conte non avrebbe quindi attuato una efficace prevenzione del virus e questo ha causato purtroppo la morte di migliaia di cittadini. Diverse critiche sono state poste anche al Ministro dell’Interno Lamorgese per avere continuato a s tenere aperti i porti, permettendo l’ingresso del nostro paese di migranti che avrebbero portato altri focolai di infezione oltre a quelli da covid-19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *