Elodie, racconto shock del suo passato

Pubblicato il: 10 Ottobre 2020 alle 5:55

Cosa c’è dietro una bella canzone, dietro la voce potente che la canta, al corpo perfetto che si muove sul palco? Nel caso di Elodie – all’anagrafe Elodie Di Patrizi, nata a Roma 30 anni fa, oggi regina delle classifiche, fidanzata del rapper Marracash – c’è una storia complicata, un passato turbolento in un quartiere popolare, quello di Quartaccio, dal quale non è facile salvarsi, uscire a testa alta. Lei se n’è tirata fuori con le unghie e con i denti, armata di un talento non comune.

Ma il passato è ancora lì, vivido nella memoria, e lei non ha più paura di parlarne. Lo fa in una lunga intervista al Corriere nella quale ripercorre i momenti più bui: i genitori troppo giovani e tormentati – la mamma, cubista, l’ha avuta a 21 anni – entrambi con problemi di tossicodipendenza, separati quando lei era ancora una bambina, la casa dove non c’era acqua calda, dove non si riusciva a studiare, con gli spacciatori e gli alcolizzati sul pianerottolo. «Cercavo di proteggere mia sorella, che ha tre anni meno di me, di non farle capire quanto andassero male le cose», racconta.

Lei è sempre stata quella forte: anche a scuola non si è mai fatta mettere i piedi in testa. «Odiavo i bulli ma ero scontrosa come loro, avevano paura di me perché ero un po’ isterica, temevano i miei occhi». Le sue amiche si mettevano nei guai, in tante hanno avuto figli a 15 anni, una si è fidanzata con un eroinomane e anche quella volta ha dovuto intervenire lei per evitare il peggio. Con i ragazzi era una delle più rigide, ammette.

In compenso a 12 anni si faceva le canne dalla mattina alla sera: «Ho iniziato in seconda media per stare tranquilla, perché ero sempre arrabbiata ». E poi beveva: usciva e tornava alle 7 del mattino, tanto nessuno diceva niente. Anche quando decise di mollare la scuola a un passo dalla maturità nessuno mosse un dito. Era maggio, mancava poco all’esame: raccontò a tutti che non le fregava niente di essere giudicata, che non ne aveva bisogno, ma in realtà aveva solo paura di fallire. Per anni si è vergognata di non essere andata oltre la terza media, e oggi non ha dubbi: «Lo studio è l’unica via d’uscita, se studi ti passa la voglia di fare cavolate, ti si apre un mondo.

Servono super scuole: senza, è un attimo che ti ritrovi a rubare o spacciare ». A salvare lei, invece, è stato l’amore. A 19 anni si è trasferita in Salento con un uomo, «sono scappata di casa perché la situazione era tosta e non sapevo più gestirla». Il resto l’hanno fatto la musica, il talento, X-Factor, Amici e tutto il resto. Oggi Elodie è quella che tutti conosciamo. «Ma il passato è la mia fortuna: mi ha fatto vedere la vita cruda fin dall’inizio, così non l’ho subita».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *