Erick Morillo, morto il noto dj in circostanze misteriose: aveva solo 49 anni

Pubblicato il: 2 Settembre 2020 alle 12:26

Nella giornata di ieri è arrivata la notizia della morte di un noto DJ che aveva soltanto 49 anni. Grave lutto nel mondo della musica per la prematura scomparsa di Erick Morillo, il noto DJ che aveva soltanto 49 anni ed è stato ritrovato senza vita nella sua casa a Miami Beach. Al momento purtroppo non si conoscono le cause del decesso ma sembrerebbe che già a partire dalle prossime ore, potrebbero arrivare delle novità al riguardo.

Lutto nel mondo della musica, morto Erick Morillo

Erick Morillo nato a Cartagena de Indias il 2 marzo del 1971 ed è stato un grande disc jockey e produttore discografico e remixer musica house di grande fama internazionale. Soprattutto negli anni 90, un brano da lui suonato ed intitolato I Like to Move It è stato un vero e proprio successo. La notizia della sua morte è stata diffusa soltanto nella giornata di ieri e pare abbia sconvolto tutti quanti. Soltanto poche settimane fa l’uomo pare fosse stato accusato di violenza sessuale ed a distanza di pochi giorni poi, ecco arrivata la notizia della sua morte che ha sconvolto letteralmente il mondo della musica. Come abbiamo avuto modo di vedere, la sua carriera è stata ricca di grandi successi e tanti sono stati i riconoscimenti a lui attribuiti come per ben tre volte il premio di miglior DJ House e miglior DJ internazionale ai DJ Awards.

Lo abbiamo già anticipato, Erick Morillo è stato uno dei più grandi dj al mondo ed uno dei brani di più grande successo è quello intitolato I Like to Move It che poi è diventato la colonna sonora del film di animazione Madagascar. Come abbiamo avuto modo di anticipare, soltanto qualche settimana fa per il dj colombiano pare fossero arrivate delle accuse di violenza sessuale nei confronti di una donna, molestie che molto probabilmente sono avvenute all’interno della sua abitazione nel mese di dicembre del 2019.

Le accuse di molestie e poi la morte

A denunciare l’uomo è stata proprio la presunta vittima, la quale dice di avere rifiutato le avances del dj e di essersi recata in un’altra stanza, ma di essersi svegliata poi l’indomani nella camera di Erick senza vestiti addosso. L’uomo pare che avesse negato sin dal primo momento queste accuse, salvo poi consegnarsi all’avvocato lo scorso mese di agosto, dopo essere arrivati i risultati dell’esame del DNA.Adesso bisognerà capire se purtroppo la morte dell’uomo sia legata a questa vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *