Press "Enter" to skip to content

Fabrizio Frizzi, l’omaggio di suo fratello Fabio commuove: “Per lui la famiglia veniva prima di tutto”

Fabio Frizzi ricorda suo fratello Fabrizio Frizzi

Sono trascorsi due anni e mezzo da quando Fabrizio Frizzi è venuto a mancare. Il noto giornalista e conduttore purtroppo ha lasciato un vuoto immenso e ancora oggi viene ricordata la sua memoria. proprio pochi giorni fa è stata la sua ex moglie a ricordarlo, tra le lacrime e un sorriso. Stiamo parlando di Rita Dalla Chiesa che gli è sempre stata accanto nonostante Frizzi si sia fatto una seconda vita.

A parlare di lui, questa volta Fabio Frizzi, suo fratello. L’uomo è un compositore, tra i più conosciuti della storia del cinema italiano e internazionale. Rispetto a Fabrizio vista la sua professione ha sempre scelto di avere un “profilo basso”. Un grande professionista che all’estero è apprezzatissimo e che è considerato un nome di riferimento per diversi autori. Pochi sanno che ha collaborato con Lucio Fulci, Paolo Villaggio e Alberto Sordi.

A l’ex conduttore de l’eredità dedicata la biografia di suo fratello

A parlare di Frizzi in una lunga rubrica a lui dedicata è stato Vanity Fair. Fabio ha da poco pubblicato la sua autobiografia, “Backstage di un compositore”, ripercorrendo la sua straordinaria carriera di compositore di grandi classici come “Fantozzi” e “Febbre da cavallo” .Un libro intimo che ha deciso di dedicare a suo fratello Fabrizio Frizzi, scomparso prematuramente nel 2018 a causa di un male al cervello.

I due avevano uno splendido rapporto e purtroppo Fabio ha dovuto salutarlo troppo presto. A tal proposito, però ha detto: “Fabri è quotidianamente con me in tante situazioni e in tante scelte. È venuto naturale che questo libro fosse dedicato a lui perché è un pezzo della mia esistenza. L’ho voluto raccontare come un attore discreto che qua e là viene fuori”.

I due fratelli, seppur con ambizioni diverse, hanno condiviso vari impegni lavorativi, senza mai però lavorare insieme. Dietro questo motivo, una scelta ben precisa:  “Abbiamo fatto la scelta di non creare uno di quei sodalizi artistici tipo Pippo Baudo e Pippo Caruso o Ennio Morricone e Sergio Leone” ha ammesso Fabio. Inoltre, ha precisato anche che nessuno dei due ha mai voluto che la loro carriera fosse condizionata l’una dall’altro…

L’affetto e l’amore dei suoi cari

Fabrizio Frizzi ha lasciato una grande eredità e non solo economica. Il noto conduttore aveva un cuore immenso e lo hanno affermato tutti coloro che lo conoscevano. Era sempre propenso ad aiutare gli altri, a volte anche sminuendo se stesso. Era una persona buona, forse troppo motivo per cui non veniva capito… La sua prematura scomparsa ha fatto molto riflettere e soprattutto capire a chi gli è stato accanto quali sono i valori fondamentali della vita e non di certo il successo. Lo sa bene Carlo Conti che amico intimo della famiglia, ha detto che da quando Fabrizio è morto ha cambiato il suo modo di pensare, lavorando molto meno e dedicando tanto tempo alla moglie e al figlio.