Flavio Insinna cambia il gioco a “L’eredità” in vista del nuovo protocollo di emergenza

Sono già attive le nuove modalità per la messa in onda de L’Eredità il game show pre-serale di Rai1, condotto da Flavio Insinna. Il programma, che è iniziato da poche settimane, è già costretto a cambiare rotta. Il motivo dell’adozione del nuovo protocollo di accoglienza è dettato dal rispetto delle stringenti normative anti-covid , che vietano e limitano il contatto diretto tra conduttore, concorrenti , e pubblico. Flavio Insinna però non si scoraggia ed ha affermato alle varie testate giornalistiche: “ Il programma continuerà, ma bisognerà adottare i giusti provvedimenti. L’eredità non lascerà il pubblico a casa”

Flavio Insinna: “ecco cosa succede prima del gioco ‘La ghigliottina’

L’amatissimo ed ironico Flavio Insinna non si lascia certo intimorire dai vari cambi nel programma, necessari per il rispetto delle regole anti coronavirus. Ed infatti, fin dalle prime puntate, Insinna si è detto fiducioso e propositivo. Una delle grandi doti del conduttore è proprio quella di essere sempre allegro e scherzoso, e il suo modo di interagire con i concorrenti è sempre stato apprezzato dal pubblico. L’ultimo gioco de l’eredità “la ghigliottina” è l’ ostacolo più duro da superare.

In effetti, molti partecipanti, anche se preparatissimi, restano sconfitti dalla complessità degli indizi e della parola da indovinare. Perciò, Insinna, ha ritenuto opportuno specificare alcuni dettagli, confermando la complessità di quest’ultimo. Smontando una volta per tutte le presunzioni di chi, da casa lo ritenesse semplice, senza considerare l’agitazione di un concorrente che in studio si trova a combattere la tensione e la voglia di vincere il bottino.

“Da casa sembra facile perché seduti sul divano si è più concentrati”: le parole di Insinna

Il conduttore Flavio Insinna è stato intervistato da “la Repubblica” ed ha raccontato alcuni particolari del programma pre-serale. Prima del coronavirus, spiega era tutto molto più spontaneo. La necessità di seguire delle regole, ha reso tutto più rigido e formale. Infatti, Flavio ha ammesso: “ prima entravo in studio e abbracciavo gli amici della redazione: scherzi, caffè , dolcetti. C’era la possibilità di parlare con i concorrenti e di tranquillizzarli prima di ogni gioco. Ora invece c’è il plexiglass, ci sono le mascherine prima di entrare in studio, è tutto molto diverso.” Nonostante tutte queste rigide regole però, il conduttore televisivo si dice pronto ad intrattenere il suo pubblico, con la simpatia che lo ha sempre contraddistinto.

Flavio Insinna: “l’empatia riempie il vuoto dato dall’assenza del pubblico”

Non è possibile avere il pubblico all’interno dei programmi, se non si può assicurare il distanziamento. Così recita una delle norme del regolamento anti covid. Nonostante questo però Flavio Insinna ha adottato il suo protocollo di accoglienza: “ imparo bene la storia dei mie concorrenti così da metterli a proprio agio. L’empatia , l’allegria e la gioia riempiono il vuoto lasciato dall’assenza del pubblico.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *