Francesca Pascale e Paola Turci: è davvero vero amore?

Pubblicato il: 2 Settembre 2020 alle 8:36

Francesca Pascale e Paola Turci stanno trascorrendo una vacanza insieme in barca, e pare che una loro relazione sia ormai certa. A dipanare ogni dubbio, un bacio particolarmente affettuoso immortalato dai paparazzi che le due si sono scambiate durante una giornata trascorsa sull’imbarcazione.

Un’amicizia davvero particolare quella che le lega: Francesca e Paola ultimamente sono state avvistate spesso insieme, tant’è che hanno deciso di condividere anche la vacanza in Cilento su uno yacth da 25 metri da 60 mila euro a settimana di noleggio.

Erano state molte le testate di gossip, nelle scorse settimane, a raccontare di una presunta storia d’amore fra l’ex fidanzata di Silvio Berlusconi e la cantante, e ora parrebbe non esserci più alcun dubbio. Del resto la Pascale non aveva mai escluso la possibilità di amare qualcuno del suo stesso sesso: “Oggi amo Silvio, ma domani potrei amare una donna”.

E in effetti sembra proprio essere accaduto e quella donna potrebbe essere proprio la cantante Paola Turci. Nata il 15 luglio 1985 a Napoli, Francesca Pascale è nota per il suo legame, ormai giunto al termine, con Berlusconi. Il loro primo incontro risale all’ottobre del 2006. La ragazza si è innamorata dell’imprenditore quando lui era ancora sposato con Veronica Lario.

L’ex premier, in un primo momento, non si è mostrato molto convinto di questa relazione con la Pascale per via dei troppi anni di differenza. Tuttavia, la relazione ha poi preso il via nel 2011, terminando nel 2020 con un accordo milionario. La Pascale ha ricevuto un assegno di 20 milioni di euro e firmato un accordo di mantenimento da un milione l’anno. Paola Turci invece, negli anni 90, è stata legata al tennista Paolo Canè. Il 2 luglio 2010 Paola Turci ha sposato Andrea Amato, giornalista di R101. Il matrimonio fu celebrato ad Haiti, nella cappella dell’Ospedale St. Damien. 1 due si sono poi separati nel 2012. Ora, si attende solo la conferma ufficiale dalle dirette interessate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *