Press "Enter" to skip to content

Gordon Ramsay chiude tutti i ristoranti e licenzia il personale: “Avevamo bisogno di lui”

Sono giorni davvero particolari quelli che si stanno vivendo nel mondo a causa della pandemia del Coronavirus che sta davvero fermando il mondo ma anche la sua economia. Si tratta di una grande difficoltà per l’economa mondiale che è costretta a fermarsi in diversi settori, nel frattempo ecco che a creare clamore troviamo Gordon Ramsay che ha decido di chiudere i suoi locali, ma licenziando tutti i dipendenti.

Pandemia del Coronavirus

L’emergenza del Coronavirus è cominciata in Cina, dove tutto sembrava essere frutto di un incidente che aveva messo in difficoltà la nazione… ma proprio quando il Coronavirus sembrava essere un qualcosa di lontano da noi, e quindi impossibile da dover capire come fronteggiare, ecco che tutto si ribalta e in pochissime settimane il Coronavirus da emergenza sanitaria, diventa epidemia e immediatamente Pandemia.

Francia e Spagna sono state travolte dalla pandemia, e il Codiv-19 ha già fatto quasi lo stesso numero di morti che sono stati registrati in Italia, ma la corsa inesorabile del virus colpisce anche Inghilterra e America. Ma il tutto non finisce qui.

Gordon Ramsay chiude tutti i ristoranti e licenzia il personale

Come abbiamo avuto modo di spiegare all’inizio del nostro articolo, l’economia mondiale pian piano sembra quasi fermarsi e in particolar modo le decisioni prese dai vari governi mettono in ginocchio il settore della ristorazione.

Ristornanti, bar, pizzerie, ecc… sono stati costretti a chiudere al pubblico e poco dopo anche qualsiasi altro genere di attività per loro è stato cessato. Una situazione surreale che ha spinto anche Gordon Ramsay a prendere una decisione drastica come quella di chiudere tutti i suoi ristoranti e licenziare il personale, scatenando così anche una bufera mediatica per tutti coloro che non hanno accettato di buon grado la mossa messa in atto dallo chef stellato.

“Ci ha scaricati nel momento in cui avevamo bisogno di lui”

La decisione di Gordon non è di certo piaciuta ai dipendenti che sono stati licenziati da un momento all’altro, senza alcun preavviso e senza nemmeno la certezza di poter riavere il lavoro una volta conclusa l’emergenza della pandemia del Coronavirus.

Secondo quanto riportato anche dal Gossipblog.it, sembrerebbe che uno degli ex dipendenti di Gordon Ramsay abbia commentato il tutto con una dura critica nei confronti dello chef stellato che avrebbe comunque potuto prendere (forse) una decisone diversa: “Abbiamo lavorato negli ultimi due anni così duramente per Gordon Ramsay e lui ci ha scaricati proprio nel momento in cui avevamo più bisogno di lui. Vergogna!”.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *