Kate Middleton sembra essere finita nella bufera in queste ultime ore. Ma cosa è accaduto alla moglie del Principe William? A quanto pare, in questi ultimi giorni avrebbe chiuso l’Art Room, ovvero il primo patronage ottenuto proprio dalla Duchessa di Cambridge dalla Regina Elisabetta, dopo le nozze con il marito William. Sembra che questo patronage sia stato chiuso per mancanza di fondi. Diverse dipendenti del centro pare che si siano letteralmente scagliate contro Kate Middleton, perchè a loro dire non si sarebbe data da fare per sostenere in modo attivo questo progetto molto importante, in cui si utilizza l’arte come strumento terapeutico per stimolare i bambini che purtroppo arrivano da realtà molto difficili e problematiche.

Kate sotto accusa per la chiusura dell’Art Room

Kate avrebbe ricevuto questo patronage nel 2012, ma effettivamente la Duchessa avrebbe fatto visita solo poche volte in questi anni ed in rare occasioni pubbliche. Addirittura negli ultimi anni avrebbe disertato anche molti incontri con la direzione dell’ente o con lo staff ed i bambini facenti parte del progetto. Le dipendenti dell’ente, che a breve saranno licenziate, puntano il dito quindi contro Kate, sostenendo che lei essendo madre non avrebbe dovuto permettere la chiusura dell’ente.

Le dipendenti continuano ancora dicendo che sostanzialmente è dal mese di gennaio 2017 che Kate Middleton non supporta l’Art Room che adesso purtroppo si trova in una situazione difficile dal punto di vista finanziario, ovvero con un bilancio in rosso di 50 mila sterline. Le dipendenti ancora aggiungono che basterebbe una donazione di 50 mila sterline per impedire che questo progetto chiuda, ovvero “la cifra che spende per i suoi amati vestiti da Duchessa”.

Le critiche di Emmy O’Shaughnessy

Ecco le prime accuse sui social, dove Kate è stata accusata di essere egoista e insensibile. A commentare la notizia è stata anche Emmy O’Shaughnessy dell’ente di beneficenza per l’arte di Oxford, l’Ark T Center, dichiarando di essere rimasta davvero scioccata dopo aver sentito della chiusura ed ha anche aggiunto che il suo Ark T Center sta adesso collaborando con un noto gruppo di beneficienza per cercare di raccogliere quanto più fondi possibili ed evitare che l’Art Room possa chiudere.”So molto bene che The Art Room fa una grande differenza per i bambini e i giovani che non ricevono quel tipo di supporto in altre aree del paese a causa della mancanza di risorse, per questo farò il possibile per raccogliere la somma necessaria“,ha aggiunto Emmy O’Shaughnessy.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here