La figlia 18enne mette le cuffie per non sentire la lite: il padre uccide la madre 40enne e si toglie la vita

Pubblicato il: 8 Aprile 2020 alle 5:24

L’ultimo suo gesto è stato quello di mettersi le cuffie e sentire la musica ad alto volume, questo perchè dalla stanza vicino la madre stava litigando con il padre. La ragazza non avrebbe mai pensato che l’indomani avrebbe visto la madre morta sul letto in una pozza di sangue e il corpo del padre in un casale nelle vicinanze di casa.

La vicenda di Estella Fiorentín, infermiera di 40 anni di Ayacucho, in Argentina, è accaduti nelle prime ore di sabato.  Secondo la ricostruzione della figlia 18enne, la sera prima la madre e il compagno, José Alberto Urtizbiría, 61 anni, stavano litigando.

Lei, per non sentirli, si è messa le cuffiette per ascoltare musica, ma quando alle 7 si è risvegliata si è trovata di fronte a una scena da film horror. Sua madre giaceva senza vita sul letto: aveva un cuscino in faccia e un foro alla fronte provocato da un proiettile sparato con una calibro 22. A 300 metri giaceva il corpo senza vita del suo compagno, con cui aveva una relazione da 10 anni: Josè si è tolto la vita dopo averla uccisa. Nel rapporto della polizia si legge che «altre armi da fuoco erano in casa e i telefoni cellulari di entrambi sono stati sequestrati per determinare le cause del femminicidio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *