Messina dramma in città, bambino di 10 mesi muore soffocato da una ventosa

Pubblicato il: 7 Ottobre 2020 alle 1:28

Messina dramma in città, un bambino di 10 mesi morto soffocato da una ventosa. La procura sembra abbia aperto in un fascicolo ed al momento risultano indagati i genitori del piccolo. Una vera tragedia quella che si è consumata a Villafranca Tirrena in provincia di Messina dove un bambino di 10 mesi è stato trovato morto dopo avere ingerito una ventosa.

Messina dramma in città, bambino di 10 mesi muore soffocato

Secondo quanto emerso da una prima ricostruzione dei fatti, il piccolo pare che si trovasse a casa con la madre che stava per cambiarlo. Molto probabilmente si è trattato di un attimo di distrazione della donna purtroppo. Il piccolo infatti avrebbe preso in mano questa ventosa, l’avrebbe portata alla bocca e ingerita. Nel panico più totale e disperata La mamma avrebbe tentato di allertare i vicini e tra questi pare ci fosse una infermiera. Quest’ultima sarebbe riuscita ad estrarre Addirittura il corpo estraneo dalla gola del bambino ma a quanto pare il danno era stato già fatto. Il bambino è stato trasportato in ambulanza presso l’ospedale di Messina.

Il bambino morto per soffocamento

Ua volta arrivato nella struttura ospedaliera, i medici si sono accorti che ormai per lui non c’era più nulla da fare. Il bambino sarebbe Infatti rimasto senza ossigeno per tanto tempo ed è praticamente morto soffocato. Adesso la procura ha aperto un fascicolo e i genitori risultano indagati per la morte del piccolo che ricordiamo Aveva soltanto 10 mesi. La polizia pare che abbia interrogato i genitori del neonato e quest’ultimi avrebbero raccontato quelli che sono stati gli attimi vissuti poco prima della tragedia. È questa una piaga piuttosto comune visto che ogni anno sono davvero tantissimi i bambini morti per soffocamento. Si parla di circa 50 bambini l’anno, mentre in ospedale sempre per le stesse motivazioni ne arriverebbero circa 1000 all’anno.

L’appello dei pediatri

Per questo i pediatri battono da tanti anni nel sensibilizzare i genitori ad imparare le tecniche di disostruzione che potrebbero rivelarsi davvero molto importanti per salvare la vita ai loro bambini. Si parla di due tipi di ostruzione ovvero quella parziale e quella totale o completa. Nella prima, il corpo estraneo riesce comunque a posizionarsi In modo tale da consentire un minimo passaggio dell’aria. Nel secondo caso invece ovvero ostruzione completa questo minimo passaggio di aria non c’è e quindi si crea una sorta di tappo ed il bambino non riesce più né a respirare né a tossire e muore soffocato nel giro di pochi minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *