Naya Rivera, è morta l’attrice: il suo corpo recuperato nelle acque del lago Piru

Pubblicato il: 14 Luglio 2020 alle 2:39

Non c’è più alcuna speranza per Naya Rivera, l’attrice 33enne scomparsa lo scorso mercoledì durante una gita in barca con il figlio di 4 anni. Il corpo della donna pare che sia stato recuperato nelle acque del lago Piru in California e la notizia sarebbe stata confermata nelle scorse ore dalle autorità della Ventura County. Naya aveva partecipato alla fortunata serie televisiva andata in onda su Fox dal 2009 al 2015 e pare che fosse stata protagonista per 6 stagioni. Nella serie la donna interpretava nello specifico Una Cheerleader lesbica della William McKinley High School di Lima nell’Ohio.

Naya Rivera, ritrovato il corpo senza vita della giovane attrice

Una volta appresa la notizia della scomparsa della giovane donna, pare che tutti i colleghi di questa serie TV si fossero Uniti ai familiari in una vera e propria catena umana Sulle rive del Lago per cercare di trovarla, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare e nelle scorse ore la 33enne è stata ritrovata ma purtroppo era già morta. Il corpo dell’attrice pare galleggiasse sulle acque e per questo motivo è stato facile recuperarlo. La polizia pare che abbia parlato del ritrovamento del corpo dicendo di aver avuto un inizio che avrebbe tanto aiutato nelle ricerche ovvero una fotografia scattata dal figlio di soli 4 anni durante la gita in barca e mandata poi ai familiari che lasciava intravedere proprio sullo sfondo una sorta di natura che era stata poi identificata.

La cosa incredibile è che il corpo della giovane donna poi richiesta così trovato nel Settimo anniversario della morte della Co-star di Glee, Cory Monteith, ucciso nel 213 a Vancouver in Canada da una overdose di alcol e di eroina. Recentemente era anche scomparso Mark Salling, un altro protagonista della serie con cui Naya aveva avuto una relazione tra il 2017 ed il 2010. Mark si era impiccato 2 anni fa a Los Angeles dopo che era stato coinvolto in un caso di pornografia infantile. Si sono registrati in questi anni anche altre morti precoci come l’aiuto regista Jim Fuller che pare sia rimasto vittima nel sonno di un attacco di cuore avvenuto Circa 7 anni fa ed ancora nel 2014 l’assistente di produzione, Nancy Motes, che per chi non lo sapesse pare sia la sorella di Giulia Roberts, si era tolta la vita.

Cordoglio sui social e migliaia di messaggi

Ora la tragica morte della 33enne che ha lasciato davvero tutti senza parole. Tanti i messaggi di cordoglio arrivati sui social da amici, colleghi e anche fan. Jane Lynch, che nella serie aveva interpretato il ruolo dell‘allenatrice Sue Sylvester, sembra che su Twitter abbia scritto “Riposa dolcemente, cara Naya. Che forza che eri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *