Paolo Bonolis e la quarantena “Cosa ho imparato da mio figlio Davide…”

Pubblicato il: 8 Giugno 2020 alle 4:14

Il conduttore romano Paolo Bonolis in queste settimane di quarantena è stato particolarmente attivo sui social network ed ha espresso più volte il suo parere su quanto sta accadendo nel nostro paese. Bonolis ha fatto parecchie storie su Instagram, ha parlato con i suoi fan e follower ed ha fatto anche parecchie dirette insieme alla moglie ed insieme a diversi colleghi e amici. Nel corso delle scorse ore, il conduttore ha rilasciato un’intervista a La stampa, raccontando come ha vissuto queste settimane di quarantena e di chiusura totale, in cui ha pensato a tanti nuovi progetti, ricevendo qualche consiglio anche dal suo secondogenito. Insomma, per Paolo la quarantena è stata un’occasione di approfondimento, un momento per poter pianificare il futuro, avendo tanto tempo a disposizione. Questo è fondamentalmente quanto dichiarato dal conduttore nel corso dell’intervista.

Paolo Bonolis e la sua quarantena

Alla domanda su quale sia stata la prima cosa che ha fatto dopo la chiusura, Bonolis avrebbe detto: “Ho preso la moto e mi sono fatto un giro per Roma, molto ‘Caro Diario’ (film di Nanni Moretti, ndr). Ho visto che lei era sempre la stessa e sono rientrato”. Poi il conduttore avrebbe anche ammesso di essersi annoiato un pò e facendo un chiaro riferimento al suo primo libro, uscito qualche mese fa, Bonolis ha aggiunto “Ho continuato a parlare da solo, n smetto mai di farlo. E ho pensato a progetti, figli di quella madre partoriente che è la noia. Chissà se prenderanno forma, se dimostreranno di avere sostanza, oppure si riveleranno solo sotterfugi per non annoiarsi. Quando sei fermo in uno stesso posto, ti industri con la mente”.

Come abbiamo già anticipato, il conduttore ha trasformato questo momento di debolezza in un momento di grande riflessione, al quale ha contribuito anche il figlio Davide. A dire da Paolo il lockdown è stato per lui un’occasione per poter imparare tutte le regole di Fifa 2020, il gioco di cui Davide, il figlio, sembra esserne un giocatore accanito.

 

Davide è il secondogenito che il conduttore ha avuto con la moglie, Sonia Bruganelli. Ecco come Paolo parla del secondogenito: “Secondo me quello più svelto mentalmente (tra i figli, ndr) è Davide: ha una capacità di lettura ironica del circostante che è velocissima. (…) Temo che la tecnologia imperante lo abbia un po’ annebbiato durante il suo periodo di sviluppo finora, nel senso che gli ha inibito la lettura e l’evoluzione, attraverso la noia, della sua stessa personalità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *