pensione a 60 anni

Pensione a 60 anni per tutto il 2021? Ancora possibile grazie all’Isopensione

Pensione a 60 anni? E’ ancora possibile, almeno per tutto il 2021.Sembra che la prossima legge di bilancio 2021 conterrà, oltre alle altre misure, anche la conferma dei 7 Anni di anticipo pensionistico per poter uscire anticipatamente dal mondo del lavoro. Pare che questo fosse già previsto per l’isopensione. Questa misura ricordiamo che è interamente a carico dell’azienda e grazie a questa per tutto il 2021 sarà possibile andare in pensione avendo compiuto 60 anni di età.

Pensione a 60 anni per tutto il 2021 possibile grazie all’Isopensione

Soltanto qualche giorno fa si è concluso l’ultimo Summit tra governo e sindacati proprio sul tema pensioni. Sicuramente il tema principale è stato quello relativo al superamento della legge Fornero, una volta raggiunta la scadenza naturale di quota 100 che dovrebbe finire nel 2021. Ricordiamo che quest’ultima è una misura pensionistica che da la possibilità di poter uscire anticipatamente dal mondo del lavoro. Ovviamente bisognerà aver maturati due requisiti ovvero, 62 anni di età e 38 anni di contributi. Ad ogni modo, sembrerebbe che la riforma delle pensioni sia stata rimandata alle prossime sedute e incontri tra governo e sindacati. Secondo alcune anticipazioni, le novità emerse riguarderebbero le proroghe di due misure pensionistiche molto importanti ovvero Opzione donna e Ape sociale per il 2021.

Novità pensioni 2021: uscita anticipata, potenziamento espansione e isopensione

Si parla anche del potenziamento dei contratti di espansione e dell’isopensione. Si tratta di una misura di pensione anticipata a carico dei datori di lavoro ed è operativa già da alcuni anni. Ma come poter andare in pensione anticipatamente 60 anni? L’ isopensione è uno di quei canali di uscita al pensionamento anticipato formulato nel 2012 dalla legge Fornero. Questa è in scadenza per il 31 dicembre 2020. Si sottolinea che questa misura da la possibilità al lavoratore di uscire anticipatamente dal mondo del lavoro. Si sottolinea però che non è la vera e propria pensione di vecchiaia, ma è un anticipo che viene erogato direttamente dall‘INPS, ma che è a carico del datore di lavoro.  Diciamo ancora che questa isopensione altro non è che uno scivolo pensionistico pagato quindi dall’azienda che ha nel proprio organico più di 15 lavoratori subordinati.

A chi è destinata la misura?

Sicuramente a quei lavoratori che si trovano a 7 anni dal raggiungimento dell’età pensionabile di vecchiaia. Secondo quanto riferito dalla ministra del Lavoro Nunzia Catalfo, nella prossima legge di bilancio il governo inserirà il rinnovo dell’isopensione per tutto il 2021. I lavoratori quindi potranno continuare ad andare in pensione una volta compiuti 60 anni di età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *