Pensione a 64 anni con 20 anni di contributi: chi può richiederla e come funziona

Parliamo della pensione anticipata contributiva, ovvero quella che con soli 20 anni di contributi permetterà di poter accedere non soltanto alla misura di vecchiaia anche alla pensione a 64 anni. Ma come stanno effettivamente le cose? In molti sono convinti che per poter accedere alla pensione di vecchiaia, con soli 20 anni di contributi bisogna aver compiuto i 67 anni di età. Non tutti sanno però che effettivamente è possibile andare in pensione a 64 anni grazie alla misura anticipata contributiva. Ma di che cosa si tratta? Quali sono i requisiti e come poterne beneficiare?

Pensione a 64 anni con 20 anni di contributi, come funziona?

Si tratta di una misura che in realtà non tutti conoscono e che invece potrebbe rivelarsi molto importante. Sostanzialmente la pensione a 64 anni con soli 20 anni di contributi darebbe la possibilità di poter andare in pensione anticipatamente. I beneficiari però sarebbero soltanto i lavoratori che ricadono completamente sul sistema contributivo puro e non andrebbe a coinvolgere una platea molto ampia di lavoratori. Sostanzialmente quindi la pensione anticipata contributiva darebbe la possibilità di poter andare in pensione a coloro che hanno i seguenti requisiti ovvero:

  • almeno 64 anni di età almeno 20 anni di contributi maturati
  • un calcolo della pensione con il contributivo puro
  • è necessario che l’importo del primo assegno pensionistico erogato sia pari oppure superiore a 2,8 volte il minimo INPS.
Leggi Anche  Pensioni ultime notizie, 12 i canali di uscita dal mondo del lavoro nel 2019

Possono accedere quindi alla misura, soltanto coloro che:

  • o hanno iniziato a versare i propri contributi a partire dal primo gennaio 1996
  • o coloro che possono optare per il computo nella gestione separata pur avendo comunque dei contributi versati prima della data sopra indicata.
Leggi Anche  Pensione Anticipata: Quota 100 attesa di due anni, chi deve aspettare

Computo nella gestione separata, chi può optare per questa soluzione?

Come già abbiamo visto, coloro che hanno i contributi versati prima del primo gennaio 1996 per poter accedere alla pensione a 64 anni con 20 anni di contributi possono optare per il computo nella gestione separata. Questa possibilità può essere esercitata quindi da coloro che hanno i seguenti requisiti:

  • hanno meno di 18 anni di contributi versati al primo gennaio 1996
  • hanno almeno 5 anni di contributi versati dopo il primo gennaio 1996
  • hanno un contributo versato prima del 1996
  • hanno una posizione aperta presso la gestione separata e vi ha versato almeno un contributo
  • possiede almeno 15 anni di contributi totali.
Leggi Anche  Pensione anticipata, Quota 41 il vero obiettivo del governo. Perché molti restano fuori?

Detto ciò, è chiaro che questa misura non è fruibile da una ampia platea di lavoratori ma soltanto per chi ha avuto dei contratti di collaborazione, lavoro autonomo oppure ha iniziato a lavorare molto tardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.