Pensione anticipata 2020 quando si potrà accedere?

L’emergenza Coronavirus ha cambiato gran parte delle prospettive di vita delle persone in Italia e non solo. Sono molte le persone che hanno rivalutato la loro posizione lavorativa, magari cambiando strada, insieme a coloro che invece hanno preso la decisione di andare in pensione. Non a caso, ecco che oggi si parla di pensione anticipata.

Anticipare la pensione, cos’è?

Sono stati mesi davvero difficili quelli che sono vissuti in Italia per via dell’emergenza da Codiv-19 e quanto detto potrebbe aver condotto molte persone a rivedere la propria situazione personale ed economica.

Non a caso, ecco che a tenere banco nelle notizie troviamo le richieste da parte degli utenti che sempre più numerosi chiedono di sapere quali sono le pratiche da espletare nel caso in cui si volesse fare accesso alla pensione anticipata nel 2020. Dunque, la domanda capite del nostro articolo oggi è la seguente: quali sono le modalità di accesso alla pensione anticipata nell’anno corrente? Ecco di seguito i dettagli.

A chi spetta la pensione anticipata?

Dunque, stanno aumentando in maniera esponenziale il numero delle persone che cerca di capire se e quando può fare accesso alla pensione anticipata nel 2020. Nel dettaglio si tratta della prestazione economica che viene erogata dall’Inps attraverso una richiesta negli uffici necessaria per scoprire se si è in possesso dei requisiti richiesti.

Potranno fare accesso alla pensione anticipata tutti i dipendenti e autonomi che sono iscritti all’Ago, ovvero all’Assicurazione generale obbligatoria, insieme ad altre forme pensionistiche integrate o sostitutive. In quest’ultimo caso la pensione viene calcolata sul sistema contributivo, misto agli iscritti alla gestione separata.

Quando si potrà accedere alla pensione anticipata?

Nel momento in viene data la facoltà di poter fare accesso alla pensione anticipata è importante anche capire quando è possibile effettuare la richiesta. La cosa fondamentale in casi come questi è rivolgersi sempre al proprio ente Inps territoriale che dovrà seguire la pratica ne dettaglio a seconda del vostro caso e dei requisiti di cui siete in possesso.

A ogni modo, per fare accesso alla pensione anticipata, è necessario avere almeno 35 anni di contributi utili alla pensione di invalidità e un’età non inferiore ai 67 anno. Inoltre, la riduzione in questione porterà due punti per ogni anno ulteriore ai due anni di anticipo ma non si applica ai lavoratori che accedono alla pensione anticipata dal 1 gennaio 2015 e che raggiungono il requisito contributivo entro il 31 dicembre del 2017.

Controcopertina.com grazie alla nostra Redazione seria e puntuale siamo stati selezionati dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui. Oppure iscriviti sul nostro Gruppo Facebook dedicato alle pensioni cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *