Pensione anticipata con 58 anni di età, quali sono ad oggi le possibilità?

Torniamo a parlare di pensione e di quelle che ad oggi sono le possibilità di pensionamento per coloro che hanno compiuto 58 anni di età. Sicuramente accedere con largo anticipo al pensionamento, rispetto alla misura di vecchiaia, ad oggi non è molto facile, visto che nella maggior parte dei casi sono richiesti tanti anni di contributi versati.

Accedere alla pensione anticipata sembra essere davvero tanto difficile ad oggi, visto che è permesso soltanto a coloro che hanno iniziato a lavorare in giovane età. Una lettrice ci chiede quali possibilità ha oggi di poter uscire anticipatamente dal mondo del lavoro, avendo compiuto 58 anni e avendo alle spalle ben 41 anni di contributi versati. Vediamo le possibilità.

Pensione anticipata a 58 anni, quali possibilità ad oggi?

Ad oggi per poter accedere alla pensione anticipata ordinaria prevista dalla legge Fornero è necessario che le donne abbiano raggiunto 41 anni e 10 mesi di contributi versati, per gli uomini è richiesto un anno di contributi in più. Nel contempo è anche necessario che almeno 35 anni del totale siano conteggiati, senza tenere conto della disoccupazione indennizzata della malattia. I contributi figurativi che derivano dalla disoccupazione indennizzate dalla malattia non possono essere conteggiati, di conseguenza non sono utili per raggiungere i 35 anni di contributi richiesti per poter accedere alla pensione anticipata.

Una delle possibilità sicuramente quindi di poter uscire dal mondo del lavoro anticipatamente è quella di accedere alla pensione anticipata senza porsi il problema del requisito sopraindicato ovvero quello relativo agli anni di contributi versati, ovviamente sempre che la lettrice in questione non abbia usufruito delle indennità di disoccupazione e di periodi molto lunghi di malattia. La lettrice in questione, tra circa 10 mesi raggiungerebbe il requisito contributivo che sarebbe necessario per poter accedere al pensionamento. Poi una volta trascorsi 3 mesi dal raggiungimento di tale requisito, la lettrice sicuramente potrà accedere senza alcun problema alla pensione.

Opzione Donna, misura pensionistica anticipata verso la proroga

Ci sarebbe per le donne lavoratrici la possibilità di poter uscire anticipatamente dal mondo del lavoro una volta maturati due requisiti, uno dal punto di vista contributivo e l’altro anagrafico.L’opzione donna attualmente in vigore ad oggi, richiede per le lavoratrici dipendenti almeno 58 anni di età e per quelle autonome almeno 59 anni di età. Per entrambe sono necessari almeno 35 anni di contributi calcolati senza prendere in considerazione la malattia e la disoccupazione indennità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *