Pensione di vecchiaia, come accedere con meno di 20 anni di contributi

Una delle domande che spesso i contribuenti italiani si pongono è la seguente: come andare in pensione e quanti anni di contributi ci vogliono? Come ben sappiamo tutti, la pensione è il frutto dei contributi ottenuti negli anni di lavoro, ma ecco che oggi spiegheremo come è possibile poter fare accesso a tale fondo anche senza aver raggiunto il versamento minimo di 20 anni.

Pensione: come fare con meno di vent’anni di contributi?

Come abbiamo avuto modo di spiegare precedentemente, ecco che l’attenzione oggi si pone su le pensioni. A quanto pare il desiderio di molti è quello di poter andare in pensione a un’età abbastanza ragionevole anche senza la necessità di dover aspettare un ventennio prima di poter accedere al proprio fondo.

Comunque sia, determinante in questo caso è stata la riforma Fornero che a partire dal 2012 ha introdotto delle importanti novità che riguardano proprio il cambiamento dei requisiti minimi per la fantomatica pensione. Dunque, è importante precisare che secondo la riforma Fornero chiunque abbia dei contributi versati dal 1 gennaio del 1996, anche se si tratta solo di una settimana, avrà diritto di accesso alla pensione di vecchiaia con almeno 20 anni di contributi ma solo se l’importo di questa, una volta calcolata, non è inferiore a 1,5 volte l’assegno sociale che si aggira intorno a 459,83 euro al mese.

I 15 anni di contributi

Nel caso in cui non venisse attuato quello spiegato precedentemente, il contribuente potrà lavorare fino al compimento del settantesimo anno di età e raggiungere così la sua pensione.

A tal proposito, ecco che gioca a favore del lavorare la deroga Amato che permette l’accesso al fondo pensionistico statale con almeno 15 anni di contributi. La deroga Amato prevede anche delle varianti che riguardano coloro che hanno meno di 15 anni di contributi, o anche per coloro che possono beneficiare dei 5 anni di contributi ma facendo accesso così alla pensione contributiva.

Pensione anche con meno di 5 anni di contributi?

A ogni modo, il sistema legislativo ha previsto per tutti un sistema di accesso al fondo pensionistico che scinde caso in caso, anche in presenza di età anagrafica superiore ai 71 anni e con tutti i contributi che potranno essere richiesti in modo regolare. Dunque, ricordate inoltre che è possibile fare richiesta anche per una pensione supplementare che viene calcolata sempre in base al sistema contributivo. La cosa fondamentale in casi come questi e fare bene attenzione allo espletamento delle pratiche e fate in modo che ognuno di noi oggi, o in futuro, possa accedere al fondo pensionistico a seconda della categoria in cui rientra.

Controcopertina.com grazie alla nostra Redazione seria e puntuale siamo stati selezionati dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui. Oppure iscriviti sul nostro Gruppo Facebook dedicato alle pensioni cliccando qui.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.