Pensione minima a 1000 euro, da oggi in Campania pagamenti a 170.317 assegni

Una delle preoccupazioni degli italiani riguarda proprio le pensioni, sia che si tratti dell’accesso nel 2020 che per la riscossione mensile di mese in mese. Non a caso, ecco che oggi parliamo delle pensioni al minimo di 1000 euro, ecco cosa sta succedendo.

Pensione al minimo di 1000 euro

Nel corso di queste settimane, l’attenzione mediatica è rimata concentrata su quella che è stata la riscossione delle pensioni dato che queste per molte è rappresentata l’unica fonte di reddito che ha sostenuto le famiglie. Quanto detto viene dimostrato dato fatto che la squadra di Governo capitana da Giuseppe Conte hanno anticipato la riscossione delle pensioni sia nel mese di marzo che nel mese di maggio, fornendo anche le modalità di prelievo da parte del contribuente.

A ogni modo, comunque sia, ecco che a tenere banco nel mondo delle notizie troviamo ancora una volta la liquidazione delle pensioni per il mese di maggio. In particolar modo, l’attenzione oggi si focalizza sulla liquidazione delle pensioni al minino di 1000 euro in Campania. Dunque, cosa sta agende il presidente della Regione Campania?

“È una giornata storica”

A commentare nel dettaglio quello che sta succedendo a livello delle pensioni è stato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

De Luca, in occasione di una video conferenza ha rilasciato la seguente dichiarazione: “È una giornata storica. Grazie al piano socio-economico della Regione Campania, mettendo in campo quasi un miliardo di euro per fronteggiare la crisi, con valuta 29 maggio 2020, vengono pagati sia il bonus per i pensionati al minimo sia l’indennità integrativa per i lavoratori stagionali del turismo. In particolare, riceveranno il complemento a 1.000 euro, 170.317 pensionati titolari di assegni sociali, pensioni sociali e pensioni di vecchiaia-integrate al minimo”.

La riscossione della pensione

La video conferenza del presidente della Regione Campania, successivamente, continua nel seguente modo: “Coloro che ricevono la pensione mediante accredito su libretti postali, conti correnti e carte ricaricabili riceveranno l’integrazione della Regione Campania della mensilità di maggio con valuta 29 maggio. Coloro che, invece, ritirano la pensione per cassa allo sportello postale potranno recarsi presso gli uffici postali a partire dal 4 giugno”.

Vincenzo De Luca, infine, concentrandosi sull’appuntamento del 4 giugno 2020 continua dicendo: “In quest’ultimo caso i pensionati che dovranno andare a ritirare il bonus regionale presso gli sportelli postali riceveranno, entro il 4 giugno, apposita comunicazione da parte di Poste Italiane. Sempre con valuta 29 maggio, 19.596 lavoratori stagionali del turismo riceveranno la prima mensilità (delle quattro previste) dell’integrazione regionale pari a 300 euro. Fatti non parole”.

Controcopertina.com grazie alla nostra Redazione seria e puntuale siamo stati selezionati dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui. Oppure iscriviti sul nostro Gruppo Facebook dedicato alle pensioni cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *