Pensione Quota 100 ultimissime: questa basterà ancora per la pensione? Aumenta l’età pensionabile

Ancora tanti dubbi sull’età della pensione? Ricordiamo che la quota 100 dava la possibilità di accedere al fondo già dai 62 anni in poi, ma non è detto che gli scenari potrebbero cambiare in futuro. Dunque, la domanda dunque è la seguente: quando si potrà smettere di lavorare?

Quota 100: questa basterà ancora per la pensione?

A quanto pare lo scenario delle pensioni è destinato a cambiare drasticamente nel 2021? Sono tante le domande che gli italiani stanno ponendo in merito alla pensione, sia pe quanto riguarda l’accesso al fondo che per ciò che potrebbe cambiare per tutti coloro che percepiscono il sussidio.

A ogni modo, ecco che la domanda capite resta sempre la stessa: la quota 100 basterà per chi volesse accedere al fondo pensionistico anticipatamente rispetto ai tempi previsti dallo stato? Ricordiamo, ancora una volta, che l’accesso alla quota 100 sarà valida fino al 2021, dopodiché cosa succederà? La paura per molte persone è quella di vedere dei tagli in diversi settori e l’attuazione di alcuni limiti previsti già dalla legge Fornero.

Pensione e Coronavirus

In occasione della pubblicazione di articoli precedenti, l’attenzione mediatica si è spesso concentrata su quella che è stata l’emergenza da Codiv-19. Il Coronavirus ha messo in ginocchio la popolazione mondiale non solo per via di quello che è successo a causa del contagio, e quindi per via dei morti che sono sopraggiunti in ogni parte del mondo… ma anche per via degli effetti che ne sono scaturiti su tutti coloro che hanno visto la loro forza economa, ovvero il lavoro, entrare totalmente in crisi.

Sono molte, infatti, le persone che hanno perso il lavoro e che stanno vedendo sciamare sempre di più la possibilità di entrare in pensione nel 2020, o quanto meno l’aumento delle difficoltà in merito alla presentazione della richiesta per l’accesso alla quota 100.

Dove eravamo rimasti?

Poco prima che scoppiasse la pandemia da Coronavirus, Governo e Sindacati avevano istituito un piano di lavoro in vista della nuova riforma delle pensioni. Attualmente tutto è stato messo in pausa, dato che comunque sia resta in vigore fino al 2021.

Resta comunque sia da considerare il fatto che per le casse dello stato la soluzione vantaggiosa sarebbe quella di continuare a basare il calcolo della pensione anticipata su un sistema contributivo, anche se penalmente meno favorevole al contribuente. A ogni modo, tutto sembra essere un continuo divenire dato che i Sindacati sono ancora a lavoro sulla questione pensione anticipata dopo la quota 100.

Controcopertina.com grazie alla nostra Redazione seria e puntuale siamo stati selezionati dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui. Oppure iscriviti sul nostro Gruppo Facebook dedicato alle pensioni cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *