Pensioni e Fase 2, ultimi aggiornamenti: cosa succederà agli esecutivi?

L’Italia in questo momento sta vivendo un periodo davvero particolare per via di quello che sta succedendo a causa del Codiv-19. A quanto pare sono sempre di più le persone che sono preoccupate e che attendono di sapere cosa cambierà per le pensioni nella fase due della pandemia, ecco i nuovi aggiornamenti.

Pensione fase due della pandemia

Come abbiamo avuto modo di spiegare anche in altre occasioni, non sono mesi floridi per l’economia mondiale che si trova in una fase in difetto su tutti i settori, compreso quello delle pensioni. Non a caso, sono state sempre più le persone che hanno spiegato di aver avuto delle difficoltà tra marzo e aprile e che adesso stanno cercando di capire se e cosa cambierà nella fase due della pandemia.

Un primo aiuto era stato dato attraverso la concessione anticipata delle pensioni nel mese di marzo, successivamente, il silenzio. Adesso intervenire su una questione così delicata attraverso la sua pagina Facebook è stata Gabriella Stojan, nonché amministratrice del Comitato 6000 esodati esclusivi, in occasione della videoconferenza con i sindacati è tornata a parlare dell’ottava salvaguardia sostenuta anche dalle firme sindacali Uil, Ghiselli della Cgil, e Ganga della Cis che vogliono perseguire la sanatoria previdenziale nei confronti del Governo.

Riforma delle pensioni

Sotto questo aspetto diventa determinante il posto scritto dalla Stojan nella sua pagina Facebook in cui è possibile Leggere: “Stamattina 21 maggio ho partecipato alla videoconferenza sul tema della riapertura dell’Ottava Salvaguardia per gli ultimi Esodati indetta dalle organizzazioni sindacali CGIL – CISL – UIL, che ringrazio per la disponibilità, in particolare Roberto Ghiselli, Domenico Proietti e Ignazio Ganga. In conclusione, i Sindacati hanno dichiarato il loro impegno a perseguire la nostra sanatoria previdenziale nei confronti del Governo– continua la Stojan-. Mi sono presentata come coordinatrice del Comitato 6.000 Esodati Esclusi che raccoglie le istanze degli ultimi Esodati rimasti ingiustamente esclusi dall’Ottava Salvaguardia e ho ribadito chiaramente i punti fondamentali sempre portati avanti da questo Comitato”.

L’attesa della riforma per le pensioni

Si tratta di una lunga serie di punti quelli che vengono trattati dalla Stojan, che sono stati trattati in attesa che vengono date delle risposte concrete al contribuente che deve fare richiesta per la pensione in questo delicato periodo, o per coloro che non sanno come cambieranno le cose in futuro.

Dunque, non resta che attendere il momento decisivo in cui ci si rimetterà davvero a lavorare alla riforma delle pensioni che dovrebbe avvenire nei prossimi mesi.

Controcopertina.com grazie alla nostra Redazione seria e puntuale siamo stati selezionati dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui. Oppure iscriviti sul nostro Gruppo Facebook dedicato alle pensioni cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *