Principe Carlo e Camilla Parker Bowles shock hanno un figlio: “Un giudice della Corte Suprema sta valutando”

La Regina Elisabetta ha un nuovo problema a cui far fronte prima che diventi un qualcosa che può sfuggire al controllo e essere travolto dalla stampa? Un uomo sostiene di essere il figlio segreto del Principe Carlo e Camilla Parker Bowles. Il mistero si infittisce e a Buckingham Palace potrebbe arrivare un nuovo scandalo.

I figli segreti del Principe Carlo

In questi anni si è spesso parlato della possibilità che il Principe Carlo abbia una figlia segreta che sarebbe rimasta all’oscuro per tutti questi anni. In questo caso si tratterebbe di una donna, una bambina che sarebbe nata dall’ovulo fecondato di Lady Diana quasi una sorte di test che è stato fatto poco prima del matrimonio. La fecondazione dell’ovulo serviva a confermare la fertilità di Lady Diana e che in un secondo momento sarebbe dovuto andare distrutto, ma che invece venne impiantato nel corpo di un’altra donna.

La storia, a oggi, non ha trovato mai una conferma, ma ecco che oggi a far discutere non troviamo questo caso ma bensì quello riguardante un altro figlio segreto del Principe Carlo. Ecco di chi si tratta.

Carlo e Camilla hanno un figlio

Grazie alla messa in onda di The Crown 3 abbiamo avuto modo di scoprire come è iniziata la storia d’amore tra il Principe Carlo e Camilla Parker Bowles. Uno dei motivi per il quale la Duchessa di Cornovaglia è stata scartata come possibile moglie del primogenito e legittimo erede alla corona.

A quanto pare però i due custodirebbero un segreto, ovvero un figlio nato dal loro rapporto e che è stato prontamente allontanato dall’Inghilterra. Si tratta di Simon Charles Dorante-Day, un ingegnere elettronico che vive nel Queensland in Austria e che venne adottato quando aveva solo 18 mesi.

“Mia nonna ha lavorato per la Regina”

L’uomo, secondo quanto riportato da DiLei, parlando della sua situazione ha dichiarato: “Mia nonna ha lavorato per la Regina e mi ha detto più volte che sono il figlio di Carlo e Camilla”.

Non a caso, Simon Charles Dorante-Day, oggi 53enne, sta lottando per veder riconosciuta la sua vera identità come figlio di Carlo e Camilla: “Ho portato il caso all’Alta Corte e questo è il passo più significativo che ho fatto finora– continua l’uomo nel suo racconto, che sta facendo il giro del web-. Quando hanno dovuto prenderlo seriamente in considerazione, è stato inviato a Sydney per la revisione di un giudice della Corte Suprema e ora lo stanno valutando”.

Intanto Harry e Meghan arrivano in Canada

Mi dà molta tristezza che siamo arrivati a questo punto. La decisione che ho preso per me e mia moglie di fare un passo indietro non è una decisione presa alla leggera. Ci sono stati molti mesi di discussioni, molti anni di battaglie. So che non avevo sempre ragione, ma al punto in cui eravamo non c’era davvero altra opzione. Purtroppo io e Meghan non avevamo altra scelta».

Dopo settimane di mormorii e indiscrezioni, il principe Harry d’Inghilterra ha deciso di prendere finalmente la parola per dire la sua verità. Per spiegare ai sudditi perché lui e la sua Meghan hanno deciso di dire addio alla famiglia reale, di rinunciare al tìtolo di Altezze Reali, e ai circa tre milioni di euro annui che ricevevano dalla regina, in cambio della libertà. Per potere iniziare una nuova vita lontano dalla corte e dalla pressione di Londra.

Harry ha parlato per la prima volta della sua scelta “rivoluzionaria” in occasione di un evento per raccogliere fondi a favore di continua da pag. 11 una delle tante associazioni benefiche in cui è coinvolto in prima persona: «Voglio che ascoltiate da me la verità», ha detto Harry rivolgendosi ai sostenitori dell’associazione Sentebale, che si occupa di aiutare i malati di Aids in Africa, portando avanti una delle battaglie storiche della mamma del principe, Lady Diana.

«Non come un principe, un duca, ma come Harry, la stessa persona che molti di voi hanno visto crescere negli ultimi trentacinque anni, ma con una prospettiva più chiara. Sono cresciuto sentendo il sostegno di molti di voi e vi ho guardato mentre accoglievate Meghan a braccia aperte vedendomi trovare l’amore e la felicità che avevo sperato per tutta la vita. “Alla fine, il secondo figlio di Diana si è innamorato, evviva!”, avete pensato. So anche che mi conoscete abbastanza bene da confidare nel fatto che la donna che ho scelto come moglie abbia i miei stessi valori. È così, Meghan è la donna di cui mi sono perdutamente innamorato».

A proposito del suo amore per Meghan, Harry ha aggiunto: «Entrambi facciamo tutto il possibile per onorare la bandiera e svolgere i nostri ruoli per questo Paese con orgoglio. Dopo sposati, Meghan e io eravamo eccitati, fiduciosi, ed eravamo qui per servire. Ma questo a un certo momento non è stato più possibile. Per tutte queste ragioni mi dà molta tristezza che siamo arrivati a questo punto. La decisione che ho preso per me e mia moglie di fare un passo indietro non è stata una decisione presa alla leggera.

Spero che questo vi aiuti a capire che cosa è successo, perché sono pronto ad allontanare la mia famiglia da tutto quanto io abbia conosciuto finora, per fare un passo avanti in quella che spero possa essere una vita più tranquilla». Una vita più tranquilla sogna Harry. Una vita ben diversa rispetto a quella che ha conosciuto fino a oggi. Ma come sarà questa nuova vita? Partiamo dai titoli nobiliari: «Harry e Meghan non potranno più fregiarsi del titolo di Altezze Reali», spiegano a palazzo. «Harry resterà un principe, perché quello è il titolo con il quale è nato, e conserverà anche il titolo di duca di Sussex; così come Meghan resterà la duchessa di Sussex.

Ma, non essendo più Altezze Reali, non avranno più diritto a soldi pubblici. In particolare, Harry riceveva dalla regina circa tre milioni di euro all’anno in cambio del suo lavoro come componente della famiglia reale, che consiste nel rappresentare la corona in una miriade di eventi, che vanno dal viaggio ufficiale all’estero all’inaugurazione di un asilo nella provincia scozzese. Ecco, Harry e Meghan non avranno più questo compito e perciò non avranno più lo “stipendio” della regina. Inoltre, hanno accettato di restituire gli oltre due milioni e ottocentomila euro di fondi pubblici che erano serviti per pagare la ristrutturazione di Frogmore Cottage, la casa vicino al castello di Windsor dove hanno vissuto negli ultimi mesi.

Finché erano Altezze Reali, le spese della casa potevano essere finanziate con i soldi pagati dai contribuenti. Ma ora che non hanno più un molo ufficiale, Harry e Meghan hanno deciso di restituire quel denaro». Insomma, conquistare la libertà significa rinunciare anche a tanti benefici. «Sì, ma per loro fortuna Harry e Meghan possono contare su patrimoni importanti: il principe
ha beni per circa trenta milioni di euro, che vengono in grande parte dall’eredità che gli ha lasciato mamma Diana; mentre Meghan, grazie al suo lavoro di attrice, ha un patrimonio stimato di circa quattro milioni di euro».

E non c’è da stupirsi, allora, se pur avendo detto addio al palazzo, Harry e Meghan stanno continuando a vivere in modo sfarzoso. In particolare, in questo periodo, la coppia ha scelto come propria base una enorme villa sull’isola di Vancouver, in Canada. «Mille Fleurs, questo il nome della dimora, ha un valore di dodici milioni di euro», dicono in Canada. «Si estende su oltre mille metri quadrati, ha cinque camere da letto, otto bagni, e nel parco c’è anche un cottage per gli ospiti da duecentoventi metri quadrati. E poi ci sono due spiagge private».

Insomma, la “casetta in Canada” di Harry e Meghan è davvero molto ampia: una piccola reggia. In attesa di comprare una casa loro, la coppia sta decisamente comoda. «Ora che le cose con la famiglia reale si sono sistemate, Harry ha raggiunto Meghan in Canada: stanno a Mille Fleurs con il piccolo Archie, la sua tata e nonna Doria. Ora che sono di nuovo insieme, possono decidere che cosa fare delle loro vite: Meghan sogna di tornare a recitare, mentre Harry vuole continuate a occuparsi delle sue tante attività benefiche.

Entrambi, comunque, stanno pensando soprattutto ad Archie: non vogliono mandarlo in una esclusiva scuola inglese, dove tradizionalmente vanno i principi reali, ma vorrebbero iscriverlo a un asilo pubblico, il più normale possibile». Ecco, Harry e Meghan hanno fame di normalità. Questo, però, non significa che dimenticheranno a quale famiglia appartengono: «Avrò sempre il massimo rispetto per mia nonna, il mio comandante in capo, e sono incredibilmente grato a lei e al resto della mia famiglia, per il sostegno che hanno dimostrato a me e Meghan negli ultimi mesi», ha detto il principe.

«Ma ora, per Meghan e me, è arrivato il momento di fare questo salto nel buio. Voglio fare il padre, vedere mio figlio crescere da vicino, godermi le piccole cose. Come quando, l’altro giorno, Archie ha visto la neve per la prima volta: ha pensato che fosse dannatamente entusiasmante». Sì, Harry finalmente potrà realizzare tutto ciò che da principe non ha mai potuto fare. Ridere o piangere ogni volta che ne sentirà il bisogno. Non come quando, stando dietro il feretro della madre Diana, tutti gli dicevano: «Harry, vai avanti dritto, un principe non piange mai».

Segui Controcopertina.com

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.