Reddito di cittadinanza, possibile rinnovo automatico dopo 18 mesi?

Oggi si torna a parlare di Reddito di Cittadinanza, un sussidio che è stato concesso in misure diverse alle famiglie meno abbienti e che ha una validità di circa 18 mesi, ma dato che la sua scadenza si avvicina, la domanda che in molti si pongono è la seguente: il sussidio si rinnova in automatico o bisogna espletare le varie pratiche per farvi accesso?

Reddito di Cittadinanza, cos’è?

Sono stati tantissimi i dibattiti che si sono tenuti in merito al Reddito di Cittadinanza nel 2019 per via delle cose poco chiare che questo conteneva in sé. Il Reddito di Cittadinanza, in un certo qual modo, altro non è che la versione rivisitata di altri sussidi che negli anni aveva già previsto lo Stato al fine di aiutare le famiglie meno abbienti sia economicamente che nella ricerca di un lavoro.

Non a caso, il Reddito di Cittadinanza, fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle, annunciato nel 2018 e ottenuto nel 2019, ha lo scopo di aiutare le famiglie o comunque il singolo nel suo sostentamento, mentre presenta un cv con tutte le sue specializzazioni facendo così richiesta di ricerca lavoro. In teoria, una volta esaurite le disponibilità per via di eventuali rifiuti, il sussidio non dovrebbe esser più concesso.

Rinnovo automatico del Reddito di Cittadinanza?

Attenzione perché l’emergenza Covid-19 ha cambiato tutte le carte in tavola per le persone che usufruiscono del Reddito di Cittadinanza. Al momento non è ben chiaro se e cosa succederà a chi riceve il sussidio, se ne verranno concessi di nuovi o comunque verranno apportare delle modifiche a coloro che già lo ricevono di mese in mese.

A ogni modo, al momento il Reddito di Cittadinanza è in attivo le domande poste dagli utenti riguardano il rinnovo: una volta raggiunti i 18 mesi questo si rinnova in automatico o no?

Come si rinnova il Reddito di Cittadinanza?

Dunque, il Reddito di Cittadinanza non si rinnova in automatico alla fine dei 18 mesi dalla data in cui è stata effettuata la richiesta e quindi il primo versamento. A ogni modo, nel momento in cui questo si avvicinasse alla scadenza, il titolare può fare tranquillamente una nuova richiesta di concessione del Reddito di Cittadinanza, spiegando la sua situazione economica, e insieme a chi si occupa dell’espletamento della pratica in questione.

A ogni modo, ricordate che il Reddito di Cittadinanza può essere rinnovato solo dopo un periodo di sospensione di erogazione di almeno un mese.

Controcopertina.com grazie alla nostra Redazione seria e puntuale siamo stati selezionati dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui. Oppure iscriviti sul nostro Gruppo Facebook dedicato alle pensioni cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *