Riforma pensioni 2020, in arrivo un taglio all’assegno agli stipendi statali?

Pubblicato il: 27 Maggio 2020 alle 9:13

La pandemia da Coronavirus ha cambiato molti scenari da un punto di vista anche economico, ma la preoccupazione degli italiani si concentra sulle pensioni. Cosa succederà nei mesi prossimi? Verranno effettuati dei tagli o sarà difficile accedere alla quota 100?

La pensione anticipata come sicurezza di un reddito?

Come abbiamo avuto modo di raccontare nei giorni scorsi, l’attenzione mediatica delle notizie che riguardano l’economia italiana si è concentrata fortemente sulle pensioni. I pagamenti sono stati anticipati in due occasioni, ma i lavori di riforma sono stati accantonati per via dell’emergenza da pandemia Coronavirus. Il Governo aveva teso la mano ai sindacati al fine di far trovar un giusto equilibri nelle pensioni e capire come poter maggiorare l’assegno mensile a seconda del caso relativo al contribuente.

Tutti i lavori che un tempo erano in corso, adesso sono in attesa di ripartire ma a quanto pare sarebbe anche aumentato il numero delle persone che potrebbero aver deciso di fare accesso alla pensione con il proprio profilo e i requisiti raggiunti proprio perché questa rappresenta una fonte di reddito sicura. Ma il tutto non finisce mica qui.

Riforma pensioni 2020

Inutile negare come anche chi percepisce già la pensione sia profondamente preoccupato per via di quella che sarà la riforma del 2020. A quanto pare, sul web sono circolate delle notizie che annunciavano il taglio delle pensioni e degli stipendi statali che superano a oggi i 1500 euro.

Niente di più falso, infatti si tratta di una fake news che sta facendo appunto il giro del web ma che non trova nessuna fondatezza in merito, anche se a oggi nessun aggiornamento in merito è stato dato dal Governo che non ha parlato di alcun tipo di taglio da fare alle pensioni.

Inps bilancio in rosso

A ogni modo, resta vera la notizia che parla dei conti in rosso dell’Inps di 35,7 milioni di euro, come confermato dallo stesso Guglielmo Loy ovvero il Presidente del Consiglio di indirizzo di vigilanza dell’ente.

Lo stesso Loy ha provveduto a rassicurare gli italiani con la seguente dichiarazione rilasciata in merito a quello che sta accadendo i Italia: “Una situazione come quella che stiamo affrontando era stata preventivata: un periodo in cui l’Inps registra meno entrate e più uscite. Per il momento il rosso del bilancio Inps non avrà un effetto immediato sul pagamento delle pensioni: l’istituto di previdenza opera con solidarietà tra i vari fondi i quali ad oggi sono sostanzialmente in equilibrio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *