Riforma Pensioni 2020, ultime novità: diritti o mera illusione?

Pubblicato il: 24 Agosto 2020 alle 3:02

Si continua a parlare di riforma pensioni 2020, le novità ad oggi sembrano essere molto interessanti. Proprio in questi ultimi giorni si sta parlando di quello che potrebbe essere la nuova riforma alla luce degli incontri che sono già avvenuti tra governo e sindacati e quelli che sono stati fissati per il prossimo mese di settembre. Nello specifico, si prevedono due incontri tra governo e sindacati e avverrà il giorno 8 e l’altro il 16 settembre. Ci sarebbe chi spera in quota 41 per tutti, senza alcun tipo di paletti o decurtazioni, indipendentemente dall’età anagrafica. Altri invece sperano che possa esserci ancora una volta Quota 100, ovvero la misura che dovrebbe scadere il 31 dicembre 2021, ma che potrebbe anche essere prorogata oltre la scadenza.

Riforma pensioni 2020, le varie ipotesi

Ma non finisce qui, perché ci sono anche coloro che sperano nella proroga di opzione donna e di Ape sociale, ovvero altre due misure pensionistiche che prevedono l’uscita del Lavoro anticipatamente una volta maturati alcuni requisiti. Ci sarebbe anche chi spera in una tanto attesa flessibilità per quanto riguarda l’età per l’uscita dal mondo del lavoro, circa 62-63 anni, con la consapevolezza però di avere una decurtazione sull’importo della propria pensione. Insomma, qualcuno sembrerebbe essere pronto e disposto a perdere qualcosa dalla propria pensione, pur di uscire prima dal mondo del lavoro.

Qualcuno sembra aver dato però il suo modestissimo parere soprattutto sui social, sostenendo che purtroppo questa ennesima riforma pensioni potrebbe essere per tutti noi una vera illusione, un traguardo piuttosto arduo da raggiungere per tutti, soprattutto per i giovani. Del resto anche Elsa Fornero un po’ di tempo fa aveva sostenuto che le scelte pensionistiche di oggi incideranno sicuramente sul futuro dei giovani domani.

Il punto di vista di un utente social

“La pensione una vera illusione. Un traguardo assai arduo da raggiungere per chiunque. L’ impossibilità di provvedere senza stravedere a misure dure per il popolo in un volo senza mai atterrare ma affondare in un mare di iniquità e poca disponibilità economica in una vita poco armonica. Ci vorrebbe una buona riforma che trasformi la vita dello stato sociale affinché ci sia una morale. Ognuno ha diritto di godere della pensione che oggi é una vera illusione, poiché non vi é unione tra chi modifica e amplifica le differenze con molte incongruenze“. Questo quanto fatto sapere da un utente social, Filippo Laforgia classe 73, pensiero proposto dal sito Pensionipertutti. E voi cosa ne pensate? Siete d’accordo sul fatto che la pensione possa essere una mera illusione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *