Riforma Pensioni Quota 100 nel 2021, come e quando fare domanda?

Torniamo a parlare di riforma pensioni e nello specifico di quello che potrà accadere nel 2021, ovvero una volta che Quota 100 scadrà. Molti lettori si sono chiesti che cosa accadrà nel nostro paese una volta che la misura pensionistica più discussa negli ultimi anni ovvero quota 100 arriverà alla data di scadenza. Secondo quanto è emerso dalle ultime indiscrezioni, sembrerebbe che il governo non abbia intenzione di rinnovare questa misura pensionistica. È pur vero che attualmente il Governo è impegnato nel fronteggiare la pandemia da coronavirus che ha causato non soltanto un’emergenza sanitaria, ma anche economica nel nostro paese ed un po’ in tutto il mondo.

Riforma pensioni, tutto bloccato per via della pandemia da Coronavirus

Prima che scoppiasse la pandemia, il governo pare fosse allo studio sulla nuova riforma pensioni quota 100 e nello specifico era stata avanzata l’ipotesi di una pensione anticipata calcolata interamente con il sistema contributivo che pare dovesse sostituire quota 100. Nel mese di marzo poi, una volta scoppiata la pandemia, sostanzialmente è stato tutto bloccato ed il governo ha dovuto lasciare in asso tutte le riforme allo studio, per dedicarsi a limitare il contagio da coronavirus e intervenire emanando delle misure volte ad aiutare gli italiani e le imprese fortemente intaccate da questa emergenza sanitaria.

Torniamo però a parlare della pensione quota 100 ovvero di quella misura pensionistica che da la possibilità ai lavoratori dipendenti e privati di poter andare in pensione anticipatamente una volta compiuti 62 anni di età e maturato 38 anni di contributi. La pensione anticipata quota 100 entrata in vigore con il decreto numero 4 del 2019,  come abbiamo avuto più volte modo di vedere,  ha una validità triennale quindi dal 2019 scadrà nel 2021 ed esattamente il 31 dicembre. Fino a questo momento quindi, Quota 100 resterà in vigore e sarà possibile fare domanda di pensionamento tenendo sempre conto delle varie uscite nascosto dell’anno.

Quota 100, come poter accedere alla misura

Come abbiamo già avuto modo di vedere, per poter presentare domanda per quota 100 bisogna aver maturato entrambi i requisiti uno anagrafico e l’altro contributivo. Bisognerà, inoltre, attendere una finestra di 3 mesi dalla maturazione dei requisiti. Per quanto riguarda la domanda, questa potrà essere presentata al perfezionamento di entrambi i requisiti, di cui sopra abbiamo parlato. Si ha diritto alla prima decorrenza utile del trattamento pensionistico una volta trascorsi tre mesi dalla maturazione dei requisiti. Per tutte le altre informazioni su Quota 100 e sulla riforma pensioni, vi invitiamo a continuare a seguirci.

Controcopertina.com grazie alla nostra Redazione seria e puntuale siamo stati selezionati dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui. Oppure iscriviti sul nostro Gruppo Facebook dedicato alle pensioni cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *