Press "Enter" to skip to content

Tragedia nello Sport, morta la campionessa del mondo a soli 27 anni

Il suo ricordo con le foto a fine articolo. Lara van Ruijven, campionessa del mondo di short track, è morta, aveva solo 27 anni. L’atleta olandese ha lottato per tre settimane all’ospedale di Perpignan, in Francia, dov’era stata ricoverata d’urgenza a causa di un malore. In ospedale, dopo alcuni esami, i medici avevano scoperto che van Ruijven era stata male a causa di un disturbo autoimmune.

Lara van Ruijven aveva 27 anni. Dopo la morte dello snowboarder Alex Pullin, il mondo degli sport invernali è colpito da un’altra tragica notizia. Perché è mancata Lara van Ruijven.

L’olandese a giugno con la squadra nazionale era andata sui Pirenei, dove ha avuto un malore durante una sessione di allenamento. Dopo i primi esami le era stata diagnostica un disturbo autoimmune, che ha provocato, poi, anche un’emorragia interna. Ha subito un paio di operazioni Lara, che purtroppo non è riuscita a riprendersi. Il tecnico della nazionale olandese, nei giorni scorsi, aveva fatto capire che di speranze ce n’erano poche.

Lara van Ruijven è rimasta per alcune settimane in coma farmacologico, poi la triste notizia della sua morte.

Campionessa mondiale e bronzo alle Olimpiadi. Era nata sul finire di dicembre del 1992 questa atleta olandese, che è stata una delle avversarie della grandissima Arianna Fontana e anche di Martina Velpecina. Il punto più alto della sua carriera lo ha vissuto il 9 marzo dello scorso anno quando nella prova sulla distanza breve dei campionati del mondo di Sofia conquistò il titolo Mondiale (in questa competizione ottenne anche un argento) Un risultato che fu la somma di una splendida carriera.

L’anno precedente ottenne la medaglia di bronzo ai Giochi Invernali di Pyeongchang. E oltre alla medaglia olimpica e al titolo mondiale, vantava anche cinque medaglie d’oro ai campionati Europei (abbinate, pure, a due medaglie d’argento).