Uomini e Donne anticipazioni oggi martedì 15 dicembre 2020: Tina Cipollari lancia secchiate d’acqua

Continua senza mai fermarsi la programmazione di Uomini e Donne. Come ogni giorno vi ricordiamo il programma condotto da De Filippi si fermerà per almeno due settimane in occasione delle feste natalizie.

Lo scontro tra Gemma Galgani e Tina Cipollari non si ferma, arrivano secchiate d’acqua

I rumors per l’appuntamento di oggi di Uomini e donne 15 dicembre 2020, ci confermano che si parla nuovamente di Gemma Galgani. La donna piemontese è interessata a Maurizio e tutto procede senza alcun colpo di scena. Maurizio Dal canto suo ha già accettato l’invito di cenare a casa sua, in precedenza già ci sono scambiati effusioni e baci Molto passionali.
Maurizio, visto la continua mutazione della tua frequentazione con Gemma Galgani, ha deciso di fermarsi con Alfonsina. Come sempre in trasmissione Non mancheranno le gag e litigi tra le famosissime piaceri minimi che Tina Cipollari e Gemma Galgani prendendoci addirittura a secchiate d’acqua.
Si studiavano da un po’ di tempo, poi come se fosse un segno del destino per loro è arrivato il momento di una conoscenza più approfondita. Mentre viaggio di moro tentava di riavvicinare Gemma Galgani, l’affascinante Maurizio, montavano da poco arrivato nello studio di Uomini e Donne, sembra avere tirato la zampata vincente finalmente riuscito ad assaggiare le labbra della dama di torino.it Gemma ha raccontato di aver incontrato lo spasimante fuori dagli studi di Canale 5 di aver poi ceduto anche a un bacio. La Galgani ha persino dedicato un balletto Al Cavaliere, riprendendo l’ho con il cellulare. La dama ha parlato però di recente anche un complotto per sabotare la conoscenza con Biagio Di Maro che ha confermato il tutto. Puntando il dito contro Maria e Sabina.

Intanto Giorgio spara a zero su Gemma

Una nuvola nera si abbatte inesorabilmente per l’ennesima volta sulla donna più Sciagurata del piccolo schermo. L’esistenza quasi infelice di Gemma Galgani non conosce tregua. A dire il vero proprio nessuno Gliela vuole concedere questa tregua appunto neanche quel Giorgio Manetti che doveva essere lei un dolce, dolcissimo ricordo per i bei momenti passati insieme, oltre ad essere un fidato amico su cui contare. Si capisce non poco l’antagonismo con l’altro gallo nel pollaio, quella Tina Cipollari che è un mostro sagra del programma è che non Lesina Complimenti alla tronista per eccellenza del format di Maria De Filippi. Si fanno da parte anche gli ultimi spasimanti che hanno già detto tutto quello che potevano dire contro la dama di Torino. Ma per lui, per Giorgio, tutto ha un valore diverso.

Intervista ad Anna Tedesco

«Mia mamma stava bene, si è ammalata all’improvviso. È stato un colpo duro e inaspettato per tutti noi. Anche se poi c’è stato un piccolo miracolo…». Con la voce rotta dalla commozione, Anna Tedesco ricorda la persona a lei più cara dopo mesi difficili, i più terribili che può vivere una figlia. La dama di Gubbio ha dato tutta se stessa per supportare la sua famiglia in questi mesi bui. E adesso, dopo aver pianto tutte le sue lacrime e dopo aver dato lustro ai ricordi della sua infanzia e giovinezza, come ì momenti più belli con ì suoi genitori, è pronta a ripartire con la propria vita. È alla ricerca di un nuovo lavoro e spera di innamorarsi, ma di qualcuno che le faccia davvero battere il cuore. Uomini e Donne intanto le tiene compagnia nei lunghi pomeriggi a casa: «Mi piace Maurizio», ammette, «anche se so che sta frequentando Gemma. Se fossi stata nel programma, sarebbe stata una bella lotta!».

Anna, come sta? Per lei questo è un periodo diffìcile… «Sì, è stato un periodo molto difficile, da agosto in poi. Quest’estate mi sono spostata a Torino per stare un po’ con ì miei genitori (Anna vive a Gubbio, ndr).

Appena sono arrivata, però, mi sono accorta subito che mia mamma non stava bene. Abbiamo chiamato il 118 ed è stata ricoverata tre settimane in ospedale». È stata una malattia improvvisa? «Sì, era anziana ma stava bene. È stato un colpo duro e inaspettato per tutti noi. E, dopo ì vari esami e accertamenti, ci hanno dato l’e-sito peggiore che uno potrebbe sentire: mia mamma aveva poco da vivere, pochissimo. Poi però un piccolo miracolo c’è stato…».

Cos’è successo? «Siamo riusciti a riportarla a casa, ci siamo organizzati per assisterla e sì era in un certo senso ripresa. Siamo tanti fratelli e in passato abbiamo avuto anche dei dissapori, ma in quel momento ci siamo uniti per assisterla. Per lei.

So che era anziana, ma la mamma è sempre la mamma. Chi ce l’ha, e ha la fortuna di averla accanto per tanti anni, deve capire che è un onore, qualcosa di importantissimo».
Lei che figlia è stata, Anna? «Una ragazza che stava alle regole, che rispettava i genitori.

Mio padre, vecchio stampo, un patriarca del Sud, era molto autoritario. Non mi permetteva di rimanere fuori la sera, oltre le diciotto e trenta. Le mie sorelle erano più ribelli ma io, a un certo punto (avevo ventidue anni) l’ho affrontato e gli ho detto che, se ero matura e responsabile per curare i miei fratelli quando loro erano fuori Torino, potevo esserlo anche per andare in montagna con la mia migliore amica. Gli ho chiesto una valida giustificazione per non andare.

Eravamo a tavola e lì mio papà si è convinto, lo, conquistata la libertà, non ho mai tradito la fiducia dei miei. Ho sofferto tanto per la malattia dì mia mamma e mi sono allontanata dai social. Quando poi sono tornata, e la notizia si è diffusa sul web, sono rimasta davvero colpita dall’affetto che ho ricevuto». Chi le ha fatto sentire la propria vicinanza?

«Ho ricevuto le condoglianze da tantissime persone, da chi non conosco e mi è stato vicino. La redazione di Uomini e Donne, poi, è stata splendida. Persone fantastiche che mi hanno fatto avere tutto il loro affetto. È stato bello e mi sono sentita più forte. Spero di aver costruito qualcosa di buono, per ottenere tutto questo in cambio. In passato, sui social, mi sono esposta per donne che hanno perso il lavoro e si sono messe a creare orecchini, donne che hanno subito delle violenze, contro le discriminazioni, contro l’omofobia o contro il bullismo… anche io ho subito alcune di queste cose. Spero di aver fatto qualcosa di buono per gli altri, visto che in questo momento sono stati loro a circondarmi con tanto amore. Queste persone mi sono arrivate dritte al cuore. Mi sentivo piena di energia, sono tornata a Gubbio e rimessa all’opera ad assistere il mio ex suocero».

Si occupa anche del padre del suo ex marito? «Sì, da tempo, anche se ora abbiamo trovato una struttura che può aiutarlo meglio. Ci tengo a sottolineare questa cosa: gli anziani vanno rispettati e seguiti. Sono un immenso patrimonio, l’enciclopedia di questo Paese. Mai abbandonarli a se stessi, mai far mancare loro l’amore. Vorrei trasmettere questo a mio figlio, con le parole ma soprattutto i fatti». Si è fatto sentire anche qualcuno con cui ha condiviso il parterre? «Tanti, praticamente tutti. Tranne uno: Giorgio (Manetti, ndr)».

Cos’è successo tra voi? «Mi dispiace ma lui è un tasto dolente. Non ci siamo più sentiti, dai tempi del primo lockdown. Gli avevo scritto e non mi ha mai risposto. Alcune persone mi hanno poi riferito che ha parlato male dì me: in pratica avrebbe detto che all’epoca ero tornata nel programma per visibilità. Se dovesse essere vero, ci rimarrei malissimo. Credevo nella nostra amicizia e l’ho sempre difeso». Ma è sicura che lo abbia detto davvero? A volte si creano dei telefoni senza fili in cui si riportano cose inesatte…

«Sono più che convinta, purtroppo. Lui mi ha fatto gli auguri di Pasqua e non gli ho risposto; non ha pensato di alzare il telefono e chiedermi: “Qualcosa non va, Annie?” come faceva in passato».
Perché non lo ha chiamato lei? «Perché no… basta, lo avevo e ho la coscienza pulita. E lui, che mi chiamava spesso, ha smesso di farlo. Per come sembrerebbero essere andate le cose, ci sono rimasta malissimo, come quando sono stata accusata di essere innamorata segretamente di lui e lui stesso non mi ha difesa, pur sapendo che siamo sempre stati solo amici. Ora però questa amicizia la considererei conclusa».

Come mai non c’è mai stato altro tra voi? Non è scattata la scintilla? «Non so… all’epoca in cui ci ero uscita la prima volta, le donne sentivano molto il fascino di Giorgio Manetti, lo non lo conoscevo prima, dalla tv, e non l’ho percepito così. Poi erano quattro anni che non avevo contatti ravvicinati con un uomo… ero abbastanza distaccata e lo aveva percepito. Lui aveva detto che da parte sua non era scattato quel qualcosa in più… io invece dico che non c’era da parte mia». Ora è single, Anna? «Sì, da agosto mi sono dedicata completamente a mia madre e non ho più pensato alla mia vita sentimentale».

Cosa le dice suo figlio? «Mio figlio vorrebbe che avessi qualcuno accanto a me. Anche io lo vorrei, durante questi ultimi mesi mi sono resa conto che l’amore mi manca. Non sono disposta ad accontentarmi, però: non cerco chissà cosa, chissà quale uomo. Vorrei solo provare forti emozioni.

In passato ho sbagliato, anche a Uomini e Donne, soprattutto con Nino. Lo avevo trascurato per valorizzare l’amicizia con Giorgio, e oggi non lo rifarei. Sono pronta ad amare con tutta me stessa, ma deve valerne la pena». Sta guardando Uomini e Donne? C’è qualcuno che le interessa? «A dire la verità, sì. Maurizio». Cosa le piace di lui? Durante le scorse settimane c’è
stata una contesa di bionde per Biagio. Lei non si sarebbe aggiunta a Maria, Sabina e Gemma? «No, assolutamente! Sono bionda come loro ma Biagio proprio non mi piace, lo avrei fatto parte di una contesa per Maurizio, quello sì. Posto che nessuno è fidanzato, e non si toccano mai gli uomini delle altre, in guerra come in amore tutto vale (ride, ndr)». È destino che lei e Gemma incrociate i vostri destini… «Sì. Chissà cosa succederà…».


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *